Magnetotermico che scatta al riarmo

Moderatore: fede1984

Rispondi
Avatar utente
meda2000
Messaggi: 3
Iscritto il: 21 mar 2021, 18:55

Magnetotermico che scatta al riarmo

Messaggio da meda2000 » 21 mar 2021, 19:18

Buona sera a tutti gli amici del forum a cui mi sono appena iscritto e che ringrazio per avermi accettato. Sono da tanti anni amante del fai da te grazie al quale mi cimento su diversi lavoretti domestici. Mi sono imbattuto nel forum alla ricerca di qualche idea su come risolvere un problema che mi tormenta oramai da diversi giorni. Premetto che nella mia abitazione situata a Roma, il gestore dell'energia elettrica, per motivi storici legati alla vecchia distribuzione della corrente a 125 volt e a 220 v un tempo detta industriale, ha unificato la fornitura decine di anni fa (tutta a 220 v, quindi); per questo motivo, non ho un impianto fase/neutro ma purtroppo un fase/fase. L'impianto è diversificato tra illuminazione con Magnetotermico/Differenziale da 10A e prese con magnetotermico da 15A a monte del quale ho montato un differenziale con riarmo automatico. Ho inserito anche uno scaricatore a protezione di fulmini e/o disturbi. Ora quello che mi succede da un po' di tempo a questa parte, è che se va via la corrente al palazzo o se salta il contatore centrale al ritorno della corrente il magnetotermico delle prese salta e se lo riarmo, al primo colpo salta mentre al secondo resta perfettamente armato, come se ci fosse un impulso di corrente che lo facesse scattare. Se tolgo tutte le spine dalle prese tutto funziona regolarmente e se le reinserisco una dopo l'altra tutto resta perfettamente armato (il differenziale non salta mai). Ho cambiato il magnetotermico e niente: il problema persiste. L'attuale magnetotermico è un C15. Ho provato anche ad escludere tutti i condizionatori, ipotizzavo che gli alimentatori switching cha hanno potessero avere dei condensatori farlocchi......ma anche esclusi, il magnetotermico mi costringe alla "doppietta" del riarmo. Dove altro posso "indagare"? Grazie per eventuali suggerimenti.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8027
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Magnetotermico che scatta al riarmo

Messaggio da Ferrobattuto » 22 mar 2021, 13:44

Non ho capito bene: salta il magnetotermico/differenziale (chiamiamolo salvavita, così eliminiamo i dubbi), o uno dei soli magnetotermici?
Sei sicuro che i due poli della corrente che ti arrivano in casa siano entrambi di fase? Questo non è mica regolare. È facilmente verificabile con un cacciavite "cercafase", o con un tester, ponendo uno dei puntali sul filo di fase e l'altro sul rubinetto dell'acqua. Uno dei due fili dovrebbe darti 230V, l'altro in teoria 0 volt, anche se normalmente qualche volt lo segna sempre. In questo caso quello è il filo del neutro, e sempre in questo caso devi controllare che sul salvavita siano stati collegati nel modo esatto e non al contrario. Fase su "L" e neutro su "N".
Se l'impianto è a norma il filo neutro deve essere per forza azzurro, quello di fase può essere sia marrone che grigio o nero. Ovviamente dovrebbe esserci anche il filo giallo-verde di terra, da collegare alla boccola centrale delle prese, sempre se tutto è a norma.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
meda2000
Messaggi: 3
Iscritto il: 21 mar 2021, 18:55

Re: Magnetotermico che scatta al riarmo

Messaggio da meda2000 » 26 mar 2021, 13:08

Quello che scatta è il solo magnetotermico che gestisce le prese mentre il differenziale che è a monte resta perfettamente armato.
Per le fasi, su ognuno dei due fili che arriva dal contatore generale c'è una fase (verificato con il cercafase) e ognuno di essi rispetto alla terra misura 125 volt.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8027
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Magnetotermico che scatta al riarmo

Messaggio da Ferrobattuto » 26 mar 2021, 21:34

Mi arrendo..... Vedi anche ciò che dicono gli altri. Probabilmente c'è qualcuno che ne sa più di me.
Hai fatto la prova di staccare tutte le spine e riarmare solo infilandole una alla volta? Potrebbe essere un problema di qualche utilizzatore, non dell'impianto.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Rispondi

Torna a “Impianti elettrici civili e industriali”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti