Minicomputer opensource... per 36€... o 18€!!

Moderatore: maxlinux2000

Rispondi
Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7381
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Minicomputer opensource... per 36€... o 18€!!

Messaggio da maxlinux2000 » 29 apr 2019, 21:49

Ciao a tutti
vi sto scrivendo da un minicomputer grande come un cellulare che costa circa 36€... ed è molto rapido!!

Si tratta di un OrangePi3 con 2GB di ram, cpu 4 nuclei a 1800Mhz, 4 prese usb3, ethernet 1GB/s, uscita HDMI 1080p... e consuma 5W :)

https://es.aliexpress.com/store/product ... b44cpjLLSd
Screenshot_2019-04-29_19-01-36.png
Screenshot_2019-04-29_19-01-36.png (383.29 KiB) Visto 2177 volte
CMQ se volete iniziare con questo vi consiglio quest'altro minicomputer (18€)
https://es.aliexpress.com/store/product ... 79abRYFMH2

in quanto il Pi3 è appena uscito e il software habisogno di qualche mese per essere stabilizzato.

cosa possiamo farci con questi minicomputer?

innanzitutto è un computer, molto più rapido che i nostri vecchi pc che tanto contribuiscono al riscaldamento della casa, visti gli elevati consumi :D :D

peró possiamo anche usarli per altre cose, come per esempio una centralina di sorveglianza con telecamere, o un centralina di controllo per stampanti 3d o cnc... approposito vi devo parlare delle cnc opensource che sono arrivare...

possiamo anche usarlo come centralina domotica che comanda alcuni arduino... vi ho detto che gli orange pi hanno anche parecchi pin gpio? :)

Adessso sono indeciso de fare un minipc tipo minimac
Immagine
da collegare a un vecchio monitor LCD da 17"

oppure un simil-iMac (un monitor con dentro tutta l'eletronica)
Immagine
...sempre con lo stesso monitor da 17"

Il sistema operativo da me è armbian, che è un derivato di debian e ubuntu. Praticamente si tratta della distribuzione xubuntu adattara a processori ARM (lo stesso usato nel 99% dei cellulari)
Possiamo anche installare Android ovviamente e funziona perfettamente.

Come detto sopra.. .se alla data attuale (29-04-2019) volete farvi anche voi un minipc, vi consiglio schede con processore H5, perché il software è stabile e aggiornato.


Qui potete scaricare armbian: https://www.armbian.com/

Qui invece altre versioni di android, ubuntu, debian e altre...io lo uso solo per android
http://www.orangepi.org/

Se invece oggi stesso (29-04-2019) volete farvi un orangePi3 con processore H6, allora vi consiglio di usare le versioni di testing di ubuntu(18.04) o di debian9
https://dl.armbian.com/orangepi3/nightly/
...dando un occhio al forum di sviluppo https://forum.armbian.com/forum/18-allwinner-h6/

E infine se sono passati almeno 6 mesi daaprile del 2019, allora usate l'orange pi 3 perché il software già sará stabile e facile da usare.

ci sono dei vecchi tutorial in italiano che spiegano come installare armbian o android per orange pi

brevemente:
abbiamo bisogno di una schedina SD (minimo classe 4... meglio classe 10) da 16GB (12€ dai cinesi sotto casa)
C'è un programmino per window che copia l'immagine iso che abbiamo scaricato nell'SD, ma non l'ho mai usato.

Per Linux invece è integrato nel sistema e basta scegliere di aprire l'immagine iso con il "masterizzatori di immagini" o qualche cosa del genere, oppure usare direttamente il programma Disk.

Una volta masterizzta l'immagine, inseriamo la SD nell' orange, diamo corrente, e poi... finito!!
Il sistema è già installato.
Possiamo usarlo cosí com'è o modificarlo con armbian-config a piacimento.

Adesso ho aperte 9 schede di chrome e libreoffice, gimp, inkscape ed hexchat.... nessun problema ed è molto rapido. :D

ciao,
MaX


Screenshot_2019-04-29_14-21-59.png
Screenshot_2019-04-29_14-21-59.png (238.17 KiB) Visto 2177 volte
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da Dolomitico » 30 apr 2019, 17:52

Pazzesco cosa è diventato un pc.
Ma ammesso che lo si volesse usare in ambito windows,che ne so,Xp o win 7 che prestazioni ci si aspetterebbero?
E come grafica?
Un gingillo simile potrebbe essere utile,ma come me che sono somaro in materia,servirebbero una spiegazione di base almeno come configuralo a una telecamera,ho anche uno schermo di un portatile defunto,e so che vendono una scheda che...in base al modello lo puoi riutilizzare come una tv/monitor.
Sarebbe il matrimonio perfetto,un mini pc completo.
Non so se vi è capitato di aprire un tablet,o addirittura un portatile di ultima generazion,dentro non cè quasi più nulla di elettronica,o meglio in un tablet la maggior parte dello spazio è occupato dalla batteria(e cosi gli smartphone) e i notebook sono molto simili,non mi meraviglio se una schedina cosi faccia miracoli,semmai mi chiedo qual'è il costo effettivo di un portatile...

Avatar utente
metroman
Messaggi: 80
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da metroman » 1 mag 2019, 9:29

Windows non gira. a meno che decidano di fare un versione appositamente, ma non credo

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da Dolomitico » 3 mag 2019, 16:49

Immaginavo,forse uno dei motivi perchè costano cosi poco,senza nulla togliere alla potenza,non ci sarà da pagarci sopra un casino di licenze e quindi i costi sono ragionevoli.

Avatar utente
metroman
Messaggi: 80
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da metroman » 3 mag 2019, 17:07

Dolomitico ha scritto:
3 mag 2019, 16:49
Immaginavo,forse uno dei motivi perchè costano cosi poco,senza nulla togliere alla potenza,non ci sarà da pagarci sopra un casino di licenze e quindi i costi sono ragionevoli.

una licenza Windows sui grandi numeri viene 30€.. il problema é che non c'è )che io sappia) una versione Windows per processori arm(ne software)

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7381
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da maxlinux2000 » 23 mag 2019, 23:41

Esatto, Microsoft sviluppa windows (con interfaccia grafica) solo per processori x86, e quindi gli ARM, sono tagliati fuori... ma tieni conto che i procesori ARM sono presenti dappertutto oramai.
Tutti i cellulari usano arm, tutti i router usano arm visti i bassisimi consumi.

CMQ penso che tra poco windows sará compatibile con tutte le CPU in cui funziona linux... come?

è notizia di questi giorni che microsoft ha messo a disposizione per windows10 un kernel di linux completo, inoltre da tempo esiste un abbastanza completo sottosistema linux che funziona di fianco a quello originale di windows.
Inoltre da tempo microsoft ha preparato una scpecie di emulatore (tipo wine, ma al contrario) per fare funzionare i programmi di linux sotto windows.... mischiamo bene il tutto e mettiamolo a fuoco lento.. .che cosa ne puó venire fuori?

Windows con il kernel e sotto sistema di linux, ma con la interfaccia standard + emulatore che permetta il funzionamento di tutti i programmi di windows senza il kernel NT originale di microsoft.
Cosa ci guadagnerebbe Windows? Per cominciare sarebbe quasi immune ai virus, ma soprattutto potrebbe funzionare sotto qualsiasi famiglia di processori in cui funziona linux, ovvero tutti i presenti sul mercato attuale.

Quanto costerebbe all'utente finale? Probabilmente poco, forse meno di adesso, in quanto lo sviluppo del kernel sarebbe a carico della comunità opensource e loro dovrebbero solo assicurarsi la compatibilità con il parco software precedente.

Quindi non è detto che in poco tempo non possiamo vedre sotto arm64 una versione light di windows.

Per ora l'unico problema sotto arm è la relativamente scarsa memoria a disposizione... intendiamoci, sotto linux, ne basta poca e qundi con 2GB si corre come dei treni, con windows invece ne servono molti di + anche perché deve emulare il kernel NT sopra a kernel Linux.
Riassumento, vedremo windows10 sotto arm usando i normali programmi x86, solo quando avremo computerini arm64 con almeno 8GB di RAM. Non manca molto!
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7381
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da maxlinux2000 » 23 mag 2019, 23:57

In questi giorni ho avuto modo di provare altri minicomputer sempre della famiglia OrangePi, e esattamente l'OrangePi PC e l'OrangePi PC2

Il modello PC si basa su CPU H3 e con 1 GB di ram... va bene come server di qualsiasi tipo basta che non serva una interfaccia grafica. Io in questo momento lo uso con Octoprint (un server di stampa 3D) ed è sotto utilizzato... non arriva neppure al 10% di carico. Penso che gli daró altro lavoro perché si annoia molto! :) Per esempio qualche cosa di domotica, o irrigazione giardino... non so, vedremo...


Il modello PC2 invece si basa su processore H5... beh, è un'altra storia. Lo possiamo usare tranquillamente per Internet e office e per stampare documenti. L'interfaccia grafica è facilissima da usare, abbiamo Chrome, Firefox, Libreoffice, Gimp, Inkscape, SimpleScanner e molto altro.
Non serve per giocare ma per quello che puó fare una casalinga che cerca nuove ricette su giallozafferano, o una segretaria in ufficio, basta e avanza.


Ma parliamo di prezzi:

OrangePi PC: 13.65€
OrangePi PC2: 18.19€


Serve anche:

* un alimentatore da 5V 3A: 4€
* un cavo hdmi in modo da poter collegare il mini computer a qualsiasi televisione moderna
* Se volete usare un monitor che ha solo ingresso VGA, serve allora un adattatore hdmi->vga... 3€ circa
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7656
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Minicomputer opensource... per 36€

Messaggio da Ferrobattuto » 24 mag 2019, 13:09

maxlinux2000 ha scritto:
23 mag 2019, 23:41
.......mischiamo bene il tutto e mettiamolo a fuoco lento..... che cosa ne puó venire fuori?
......Windows con il kernel e sotto sistema di linux, ma con la interfaccia standard + emulatore che permetta il funzionamento di tutti i programmi di windows senza il kernel NT originale di microsoft. Cosa ci guadagnerebbe Windows?
Ne verrà fuori che lo "Zio Bill" farà più soldi sfruttando il lavodi di altri al di fuori del suo staff, ossia tutti quelli che si occupano di programmare Linux e offrirlo oper source gratuitamente.
Per cominciare sarebbe quasi immune ai virus, ma soprattutto potrebbe funzionare sotto qualsiasi famiglia di processori in cui funziona linux, ovvero tutti i presenti sul mercato attuale.
Quanto costerebbe all'utente finale? Probabilmente poco, forse meno di adesso, in quanto lo sviluppo del kernel sarebbe a carico della comunità opensource e loro dovrebbero solo assicurarsi la compatibilità con il parco software precedente.
Appunto, come sopra e senza spendere un centesimo di più di quanto abbia speso fin'ora. Ma stai tranquillo che a te e me, come utenti finali, tutte quesste "sue novità" te le farebbe (te le farà) pagare a caro prezzo, perché l'avidità di certa gente non ha limiti.
E stai tranquillo che qualche fragilità verso qualche virus troveranno il modo di inventarsela, perché i virus allo Zio Bill e contorno, fanno proprio comodo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Rispondi

Torna a “Open HardWare”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 7 ospiti