Baita isolata in montagna,calcolo energetico

Moderatore: maxlinux2000

Rispondi
Avatar utente
Lupin61
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 ago 2019, 21:46

Baita isolata in montagna,calcolo energetico

Messaggio da Lupin61 » 4 ago 2019, 22:19

Ciao a tutti,incuriosito dal sito (sono un patito del fai da te) mi sono iscritto per chiedere alcuni consigli per dimensionare al meglio dal punto di vista energetico la mia baita (a 1500 m) considerando che siamo in 4 (2 adulti e 2 bambine),che utilizzeremo un frigo+freezer un televisore 8 punti luce ,la possibilità di caricare un iPad e cellulare; per tutto il resto (scaldabagno attrezzi vari per edilizia e lavorazione estemporanea del legno) ho un generatore honda da 3kw,quindi vi chiedo:
1) quanti kw mi servono (quindi quanti pannelli fotovoltaici ?)
2) come deve essere composto l’impianto ? ,inverter ? batterie per accumulo? ( e quando non ci siamo in inverno le batterie?
3) il modo migliore per avere acqua calda (80 litri ) è uno scaldabagno ? a gas o utilizzo il generatore ?

Grazie grazie mille per il vostro aiuto Andrea
p.s. la casa viene scaldata da una stufa in ghisa e dallo spolert,ma la useremo soprattutto da aprile a ottobre

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7624
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Baita isolata in montagna,calcolo energetico

Messaggio da Ferrobattuto » 5 ago 2019, 13:53

Come seguitiamo a ripetere a chiunque ci presenti un problema come il tuo, ti dico che per dimensionare bene il tuo impiantino solare si deve cominciare dai consumi..... Altrimenti si rischia di spendere inutilmente un sacco di soldi o fare un'impianto insufficiente, o entrambe le cose.
Dire "frigo con freezer, TV, cellulari e 8 punti luce" è poco indicativo. Bisognerebbe sapere, con buona approssimazione, in realtà quanto consumo giornaliero hai sull'impianto. Anche perché a quanto scrivi la baita la usate per molti mesi all'anno.
Il frigo in genere consuma poco, ma si accende moltissime volte al giorno, soprattutto se si ha l'abitudine di aprirlo spesso, poi ha uno spunto di partenza molto elevato, che per un frigo da 150-200W di consumo può superare tranquillamente i 1000- 1200W per un paio di secondi. Per cui ecco che l'inverter dovrebbe essere dimensionato per poterlo sopportare.
Certamente un impianto solare ad isola è composto da: pannelli, regolatore di carica, inverter, banco di batterie per l'accumulo (la parte più costosa di tutto il resto). Esistono degli inverter "ibridi" tutto in uno, ma personalmente penso che sia conveniente usarli solo in presenza di rete enel, anche se resta un'idea mia.
Il modo migliore per avere acqua calda è in assoluto il gas, senza accumulo di acqua calda. Sia per la pulizia che per il costo e per l'impatto ecologico.
A meno che non hai un termocamino o uno scaldabagno a legna, perché immagino che in baita la legna non manchi.
Un generatore con motore endotermico (benzina o diesel) ha un rendimento termico bassissimo, per cui usando uno scaldabagno elettrico con il generatore andresti a spendere il triplo che usando direttamente uno scaldabagno a gas, che oltretutto rimane acceso solo per lo stretto necessario durante l'uso dell'acqua calda. Ce ne sono di quelli che si accendono con una piletta da 1,5V tipo torcia che dura un sacco di tempo e non costano un granché. Oltre tutto le bombole di gas tra i 10 e i 20Kg (non quelle da 25Kg in su) hanno l'IVA al 10% e sono facilmente trasportabili, per cui sono molto convenienti. Per le bombole più grandi o per un serbatoio il gas costa di più.
Per quantizzare i consumi basta un misuratore di consumi da presa, tipo come questo :
https://www.ebay.it/itm/Misuratore-di-c ... SwFGNWSSHD
Ce ne sono di molto economici, anche nei centri commerciali. Puoi usarlo per un certo periodo di tempo, tipo una o due settimane in un periodo in cui state fissi in baita, e quantizzare più o meno i consumi.
Nei periodi freddi le batterie vanno protette, in quanto non sopportano forti escursioni di temperatura, ma se la baita ha una cantina tipo "grotta" potresti posizionarle li. Starebbero "fresche" tutto l'anno, non surriscaldate in estate ne ghiacciate in inverno. In genere poco sotto il livello del suolo la temperatura si mantiene molto stabile. In alterntiva trovar loro un ambiente più o meno "termostabilizzato" diventa un grosso problema.
Mi sembra di aver risposto a tutto. Nel caso chiedi.

P.S.
Una piccola presentazione nella sezione apposita sarebbe gradita, grazie.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Lupin61
Messaggi: 2
Iscritto il: 4 ago 2019, 21:46

Re: Baita isolata in montagna,calcolo energetico

Messaggio da Lupin61 » 5 ago 2019, 22:10

Grazie Ferrobattuto,allora mi pare di capire che l’impianto deve fornire almeno la quantità di energia per lo “spunto” del frigo ,almeno 4 pannelli da 300w (ne esistono ?),poi dimensiono il consumo totale giornaliero (il frigo per 24h+ la Tv la sera(ogni tanto) la ricarica di un cellulare e luci a led la sera (che mi pare consumino molto poco) ,le batterie dovrebbero coprire la sera e durante i giorni nuvolosi la quantità di energia richiesta (e quindi dimensionarle),per il “riparo”delle batterie non credo che ci sia problema perché la baita è molto ben coibentata (non ho cantina).
Il mio cruccio era l’acqua calda ma mi sembra chiaro ,da quello che mi hai detto,che la soluzione migliore è il gas con una caldaia a produzione istantanea (l’accumulo consumerebbe troppo mi pare).
Grazie ancora e mi vado a presentare ciao Andrea

Rispondi

Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti