Suggerimento per impianto fotovoltaico

Moderatore: maxlinux2000

Avatar utente
desbros
Messaggi: 13
Iscritto il: 3 ago 2021, 23:35

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da desbros » 10 set 2021, 23:29

Rieccomi,.Ora sono in attesa di consegna dell'inverter, nelle prossime 2 settimane. Come faccio a scegliere che batterie usare? Tipologia, capacità ecc ecc.. Quali sono i parametri più importanti da tenere in considerazione?
Immagino carico, durata richiesta, assorbimento di picco.... Sono orientato, come scritto prima, su batterie al piombo da trazione x muletti che dovrei poter ottenere in modo molto conveniente, se non "gratis". Stavo guardando una 48V 690ah piombo. I miei consumi sono di 1300 kw annui .Suggerimenti?
Grazie!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8044
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da Ferrobattuto » 11 set 2021, 19:48

1300KWh annui significano una media intorno ai 3,6KWh giornalieri. Un banco d'accumulo da 690Ah va benissimo. Puoi avere punte di scarica intorno alle 70A, ossia oltre 3KW, senza affaticarlo, purché l'inverter sia dimensionato per reggerli. Inoltre avresti diversi giorni di autonomia in caso di tempo coperto. Assicurati solo di non scaricarlo eccessivamente e tenerlo sempre il più carico possibile, specie se il banco è di seconda mano, altrimenti si deteriorerà velocemente.
Il problema in un impianto ad isola è imparare a gestire i propri consumi in base alla stagione e alla quantità di luce disponibile. Bisogna fare un po' d'attenzione specialmente all'inizio, ma sono accorgimenti che si imparano "sul campo".
Scusa la domanda, ma hai ben chiara la differenza tra KW e KWh? Perché di solito molti utenti fanno confusione. :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
desbros
Messaggi: 13
Iscritto il: 3 ago 2021, 23:35

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da desbros » 13 set 2021, 12:42

Grazie Ferrobattuto!!!
Mi muovo in quella direzione!

Avatar utente
Alain
Messaggi: 468
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da Alain » 13 set 2021, 16:02

690Ah da carrello elevatore è veramente tanta roba, per di più di solito per questi accumulatori il valore di capacità dichiarato è espresso in C5, ossia riferito a una scarica in 5 ore; se lo rapportiamo ai banchi stazionari che dichiarano valori in C10 o C20 potrebbe equivalere rispettivamente a circa 800Ah in C10 e oltre 900Ah in C20.

Detto questo il suggerimento di non aver fretta per procurarti un banco di accumulo sembra sia caduto nel vuoto :D ; spero che tu ci investa veramente poco come hai fatto intendere, perchè temo che di queste batterie ti stancherai presto...
Però, se non altro, sarà un buon esercizio per imparare a gestire l'accumulo

Avatar utente
desbros
Messaggi: 13
Iscritto il: 3 ago 2021, 23:35

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da desbros » 20 set 2021, 14:35

Ciao Alain! Ho tenuto conto del tuo suggerimento, di certo, solo che l'offerta era talmente buona che.... È sfumata :huh: ^_^ :o:
Quindi sono quasi al punto di inizio. Il fatto che sia C5 quindi, se ho ben capito, è un vantaggio, giusto? Io comunque dovrei avere delle correnti di scarica basse, anche considerando apparecchiature aggiuntive per il solare termico e termocamino o termocaldaia da mettere in parallelo al solare.

Avatar utente
Alain
Messaggi: 468
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: Suggerimento per impianto fotovoltaico

Messaggio da Alain » 23 set 2021, 13:09

E' stato quasi un colpo di fortuna :P , così avrai più tempo per non sbagliare!

Bada che con l'accumulo che sceglierai sarà come in un matrimonio: dovrai conviverci per qualche anno, accettandone pregi e difetti e dedicandogli tutte le cure necessarie affinchè non ti lasci :lol: .

Riguardo la tipologia Piombo/acido ti riporto la mia personale esperienza come esempio.
Io possiedo un banco a piastre tubolari da carrello elevatore, acquistato d'occasione nel 2016, che fortunatamente ha sempre funzionato bene. E' composto da 24 elementi da 2V 500Ah nominali in C5, può sopportare una corrente di scarica continuativa di 50A e picchi brevi fino alla massima che il mio inverter può assorbire, ossia 100A.
E fino a qui tutto bello.

Ma esistono anche i contro e purtroppo la lista è più lunga, infatti, anche se teoricamente 500 Ah x 48 V sarebbero 24 kWh, sapendo di non poterlo scaricare oltre il 50%, in realtà sono 12 che, volendo anche tenere conto che il miglior compromesso tra profondità di scarica e durata si ottiene intorno al 30%, di fatto si riducono a meno di 8.

Inoltre si beve oltre 35 litri di acqua distillata l'anno, da rabboccare mensilmente in estate e ogni 40-50 giorni in inverno, tempo oltre il quale si rischia che l'elettrolita scenda fino a far affiorare le piastre con relativa ossidazione delle stesse e accelerazione del degrado.
La verifica del livello, a causa dell'involucro nero di questo tipo di elementi, è tutt'altro che agevole, così come la misura del consumo d'acqua delle singole celle; se gli involucri fossero stati trasparenti per il monitoraggio sarebbe bastato il colpo d'occhio.

C'è poi da tenere conto che, se ad una fase si scarica, più o meno profonda che sia, non segue a stretto giro una fase di carica completa (vale a dire: raggiungimento della tensione di bulk, mantenimento della stessa finchè la corrente si abbassa sotto una soglia predefinita e passaggio alla tensione di mantenimento), il normale processo di solfatazione tipico di questa redox tende ad assumere una connotazione sempre meno reversibile fino a bloccare completamente la reazione; per questo è fondamentale evitare che il banco possa stazionare senza aver completato il ciclo di carica per più di qualche giorno.

Non bastasse quanto già elencato, si aggiunge il fatto che l'efficienza non é proprio entusiasmante e mi restituisce al max il 75% di ogni prezioso kWh accumulato.

Poi, non essendomi onestamente sentito particolarmente limitato da questo, glisso sul fatto che l'emissione della miscela di gas combustibile e potenzialmente esplosiva dovrebbe porre vincoli stringenti anche per la scelta del locale in cui collocarlo.

Penso che per ora possa bastarti
Curiosita: hai poi preso un inverter Zucchetti?

Rispondi

Torna a “Solare fotovoltaico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 29 ospiti