microeolico casalingo off-grid

Moderatore: Marko

Rispondi
Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 21 dic 2021, 18:42

Eccomi, nuovo nuovo e già con qualche domanda per gli esperti.

Premesse:
- abito in una casa off-grid con impianto FV + batterie e, non essendo collegato alla rete non ho nessun interesse a vendere energia;
- l'impianto è in funzione dal febbraio 2017 senza nessun problema di crisi energetiche, tant'è vero che anche d'inverno se c'è il sole, cuciniamo sempre elettrico;
- zona collinare prov. di Ascoli, a metà strada tra i Sibillini e il mare, quindi c'è sempre aria che tira.

Per affrontare più serenamente il periodo che va da metà novembre a metà febbraio, vorrei integrare il mio impianto con un piccolo generatore eolico verticale.
L'utilizzo sarebbe limitato solo a quei mesi, infatti per il resto dell'anno siamo sempre in sovrapproduzione, dopodiché smonterei tutto fino all'anno successivo.
La necessità è sorta lo scorso autunno quando, straordinariamente per questa zona, abbiamo passato 5 settimane con cielo nuvoloso e scuro (ma con vento) e l'impianto ha faticato a mantenere i nostri consumi (perlopiù dal frigorifero di notte).

Vista la poca energia che vorrei integrare e la mia quasi ignoranza pratica in materia di eolico, mi sono indirizzato su una potenza inferiore a 1 KW.
Da un paio di mesi ho cominciato a contattare gli installatori prima della zona e poi allargandomi a tutta Italia, per un consulto. A parte 3 (scettici sul micro), non ho ricevuto nessuna risposta.

Da qualche giorno quindi abbiamo deciso di fare comunque da soli, investendo meno di 400€ in una cineseria a lanterna da 600W 48V, che ci consente di fare esperienza e vedere cosa succede. In brianzolo si dice: piutòst che gnènt, l'è mei piutòst!

La cineseria è questa https://www.amazon.it/gp/product/B09MHZ ... UTF8&psc=1.

I miei dubbi non sono di natura di energia prodotta, al massimo avrò perso i quasi 400€, ma di eventuali danni all'impianto esistente, che non mi posso certo permettere.
- Il controller lo connetto sugli stessi due morsetti delle batterie cui è connesso l'inverter?
- Serve una resistenza "dump load", per assorbire l'energia nel caso di vento forte? Il venditore mi ha risposto di no perché provvisto di regolatore di voltaggio. Noi comunque abbiamo uno scaldacqua da 80 lt con resistenza da 1,2 KW, che si accende comandato dall'inverter solo se le batterie sono al 100% e i moduli FV continuano a produrre (voltaggio batterie > 52V). Per esempio anche ieri 20 dicembre, giornata soleggiata, alle 16 avevamo lo scaldacqua a 60° C, quindi al massimo, mentre d'estate ci arriva a metà mattina. Al massimo per consumare un po' potremmo fare lavatrici a ripetizione. :)
- Un diodo di blocco serve? costa poco e lo metto comunque.
- Che tipo di interruttore differenziale serve tra il generatore e il controller?

Per ora mi fermo qui... eh eh eh
Grazie in anticipo

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8088
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Ferrobattuto » 21 dic 2021, 20:30

Non è che qualche pannello in più risolverebbe meglio la carenza di energia?
Sinceramente fin'ora di tutti i microeolici che sono passati qui non ne abbiamo sentito parlare bene di nessuno.
Dovresti poter sapere a quanti m/sec comincia a caricare e a che velocità del vento rende la massima potenza. In genere per farli caricare alla potenza della pubblicità necessitano di uragani veri e propri. La pubblicità che da amazon non da nessun dato tecnico vero e proprio.
Almeno per me 400€ sono una cifra..... Io non rischierei di buttarli per una prova "al buio".
Se c'è un controller dedicato dovresti poter connettere la sua uscita direttamente alle batterie, senza interporre niente.
Ma prima di prendere decisioni vedi se ti riesce di scaricare il suo manuale dalla rete.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 22 dic 2021, 18:09

I pannelli aggiuntivi li ho esclusi perchè vorrei diversificare la fonte, questo micro sarebbe il pilota per un eolico futuro più grande (necessario per un'eventuale auto elettrica).
Essendo in alta collina, quando piove, piove col vento e se nevica, nevica col vento, quindi energia dal vento.
Dato che abbiamo più di 300 giorni all'anno di sole, il FV rimarrà comunque la fonte principale.

Avatar utente
Alain
Messaggi: 488
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Alain » 24 dic 2021, 14:11

Sono pienamente concorde che nella tua situazione sia utile, se non addirittura necessario, diversificare.
Anche se il forum ultimamente è un po in letargo, mi pare che questa sezione sia stata piuttosto attiva in passato, perciò spero che nelle vecchie discussioni troverai gli spunti che ti servono e magari, se nel frattempo avrai qualche domanda specifica, altri potrebbero intervenire.

Personalmente, non essendomi mai interessato molto di eolico per la modesta ventosità della mia zona, una delle poche cose che ricordo di aver letto era il suggerimento di evitare di installare il rotore direttamente sulla casa a causa del fastidio delle vibrazioni, assai difficilmente attenuabili.

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 24 dic 2021, 22:10

Si, certo. La casa ha la struttura completamente in legno e suonerebbe come un contrabbasso.
Ho già un bel palo di castagno piantato vicino, nell'angolo più ventoso, pronto ad accogliere la lanterna.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8088
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Ferrobattuto » 26 dic 2021, 13:58

La "lanterna" è di bell'aspetto e appariscente, ma a me in qualche modo non ispira fiducia. Potresti cercare online qualche giudizio di chi eventualmente l'ha acquistata, ovviamente non sul sito del venditore.....
Puoi inviare una mail tramite il forum ad Eneo, che attualmente è in nostro miglior esperto sull'argomento, anche se un po' latitante per impegni personali. Magari con qualche euro in più potresti trovare di molto meglio, chissà.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 1043
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Marko » 30 dic 2021, 15:04

Dubito fortemente che questo generatore possa produrre energia. Io punterei sui un gen. orizzontali, molto più efficiente. Sempre se non si hanno problemi di rumore. Lasciando perdere i gen. cinesi (Meglio un fai da te con motore brushless con rpm sui 600 giri/m. )

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 13 gen 2022, 18:43

Il generatore è arrivato oggi, secondo voi è meglio tenere il controller più vicino alla turbina (è a tenuta stagna ma lo proteggerei comunque) o alle batterie?
Grazie

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8088
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Ferrobattuto » 14 gen 2022, 14:19

Meglio viaggiare in corrente continua lungo due cavi invece che in alternata su tre.
Si risparmia rame, o comunque si distribuisce solo su due cavi invece che su tre con conseguente sezione maggiore e minore resistenza, ma anche perché la corrente continua usa tutta la sezione del cavo di rame, mentre la corrente alternata soffre dello "effetto pelle", specialmente se la frequenza è abbastanza alta.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 14 gen 2022, 17:35

Quindi se ho capito bene (spero) la parafrasi... lo metto il più vicino possibile alla turbina.
Grazie Ferro

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 15 gen 2022, 17:44

Oggi per soddisfare la mia curiosità ho montato la turbina su un supporto volante e, senza collegare nessun cavo, l'ho lasciate girare libera nella leggera brezza, che si intuisce dal movimento delle Lung-ta tibetane (le bandierine).
Ecco il video https://youtu.be/vHJaxkLGqys.
Nei prossimi giorni, appena risolvo il problema della saldatura del cavo sul diodo di blocco, monterò il tutto.
:D

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 23 gen 2022, 16:38

Mentre aspetto il supporto metallico per posizionare la turbina sul palo di legno, faccio ancora qualche test e mi sorge un dubbio.
Chiedo quindi aiuto...
Il controller ha 3 led: funzionamento del freno, attività di carica e connessione alle batterie.
Senza diodo di blocco, connetto il controller alle batterie e si accende il led di connessione.
Se metto il diodo di blocco tra le batterie e il controller, quest'ultimo non vedrà la presenza delle batterie, perché il diodo impedisce il collegamento a ritroso dalle batterie al controller.
Allora immagino che dovrò mettere il diodo tra la turbina e il controller, ma la turbina è trifase, devo mettere 3 diodi, uno per ogni cavo? Inoltre, la turbina dovrebbe essere AC, cambia qualcosa per il diodo?
Grazie

Avatar utente
Marko
Moderatore
Messaggi: 1043
Iscritto il: 2 feb 2012, 15:09

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da Marko » 23 gen 2022, 22:33

Perchè devi mettere il diodo do blocco? In ogni caso non puoi metterlo tra gen. e controller. Ci pensa direttamente lui a raddrizzare la trifase del generatore. E anche a frenare il generatore quando le batterie sono cariche. Un diodo in serie in uscita al controller potrebbe non far vedere al controller la situazione corretta delle batterie. Puoi ometterlo tranquillamente anche se hai le batterie collegate al solare. L'ho fatto molte volte. Lui regola leggendo la tensione delle batt. (scusate la ripetizione)
A lavoro ultimato, mandaci un video e facci sapere se questo eolico genera energia....

Avatar utente
saimoncis
Messaggi: 13
Iscritto il: 20 dic 2021, 21:13
Località: Montalto delle Marche
Contatta:

Re: microeolico casalingo off-grid

Messaggio da saimoncis » 24 gen 2022, 16:27

Grazie Marko, ho capito. Il diodo l'ho preso perché ho trovato vari documenti che ne consigliavano l'installazione, tipo la pagina di "consulente-energia" e "windandsolar". Comunque l'avevo già tolto appena mi è venuto il dubbio...
Non mancherò di mettere un video, ma ancora non c'è stato abbastanza vento da far accendere il led di produzione.

Rispondi

Torna a “Eolico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 4 ospiti