GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Rispondi
Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7391
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da maxlinux2000 » 4 ott 2021, 13:05

Ciao a tutti, dopo molti anni (10-11 mi sembra) ho abbandonato le batterie automobilistiche messe in parallelo con diodi per usare sistemi a 24V con batterie tubolari da 6V.
Ma questa esperienza mi è utile per portare altre soluzioni migliori anche per piccoli impianti a 12/24V con batterie di auto.

Esiste nel mercato un "bilanciatore di batterie al piombo" che si può trovare per circa 40-50€ nei principali negozi online. Si chiama "HA02 balancer equalizer"

Il nome porta un po' in confusione perché non serve per equalizzare. Serve piuttosto a bilanciare le batterie. Questo significa che dopo qualche giorno di lavoro avremo tutte le batterie esattamente allo stesso voltaggio.
Cosa fondamentale per non rompere le batterie.
I diodi andavano bene, ma ci limitavano a 12V. Fare serie con batterie di recupero significava romperele.
Adesso peró possiamo arrivare a 48V senza rischi e poche limitazioni grazie a questo nuovo bilanciatore.
Sarebbe l'equivalente di un BMS delle batterie al litio, ma in più è bidirezionale. Funziona da 2.4V a 12V, passando per tutte le tensioni intermedie.... quindi si puó usare anche come bms con batterie di litio.
è Limitato a 4 batterie da 12V in serie, ma si può ampliare a 8 usando 3 bilanciatori.

Nelle istruzioni ci sono diversi schemi.

Funziona così:

Se prendono 4 batterie da 12V (o da 6V) e si collegano in serie. Si collega il bilanciatore HA01 alle batterie (possiede 4 cavi doppi rossi e neri) e poi colleghiamo i pannelli solari a 48V o a 24V o a 12V.
Nel senso che se il nostro sistema FV è a 12V, lo si collega solo a una batteria.
Se è a 24V lo colleghiamo a una serie di 2 batterie, e se è da 48V, lo colleghiamo alla serie delle 4 batterie.

Il bilanciatore sposterà l'energia tra una batteria e l'altra in modo da bilanciarle tutte.

A questo punto possiamo collegare il nostro inverter da 12V a una batteria e le altre manterranno la sua carica attraverso il bilanciatore.

Ovviamente il bilanciatore non fa miracoli...e quindi non si possono mettere forti carichi a un inverter da 12V.

Un sistema a 12V lo possiamo usare per illuminare una casa e poco altro. Se vogliamo usare le prese elettriche con carichi occasionali fino a 2000W bisogna passare come minimo a 24V, e per forti carichi... 4-5000W allora decisamente 48V.

Nonostante questi limiti di un sistema a 12V, possiamo integrare sistemi di voltaggi differenti in un unico gruppo di batterie a 48V.

Un altro limite (non sorprendente) è che chiaramente le batterie devono essere tutte dello stesso tipo. Non si possono mischiare tecnologie (GEL,AGM,Floyd, Li-ion, Lifepo4, alcaline...)

Nel mio caso ho collegato il mio vecchio aerogeneratore a 12V in un sistema a 24V. Si tratta di colelgare l'uscita a 12V del regolatore eolico a 2 batterie da 6V della serie. L'HA02 si occuperá di distribuire l'energia a tutte le batterie in modo da bilanciarle.

Sto anche preparandomi all'acquisto di altre 4 batterie tubolari e altri 2 HA02 per raddoppiare il banco a 24V e allo stesso tempo avere un sistema a 48V per il futuro inverter da 5000W, alimentato da 8 batterie da 6V in serie, e caricato da 3kW di pannelli solari a 24V e un aerogeneratore da 12V.

Ovviamente quando aggiungerò l'inverter da 5kW, come minimo raddoppierò il parco FV ma probabilmente andró oltre.

Il petrolio economico è finito e quindi dobbiamo affrontare una nuova era di scarsità energetica ceh finirà solo quando avremo imparato a consumare molto meno... no L'ITER non ci va a salvare, per lo meno nei prossimi 100 anni, ammesso che sia possibile stabilizzare la fusione nucleare. Ma in ogni caso quello che manca sono i combustibili. Sono praticamente insostituibili nel trasporto navale (90% della mercanzia viaggia in nave), nell'agricoltura, e nel trasporto su ruota.

Per cui creo che mi faró un grosso parco FV (10kW?) per caricare le "pile" di una mini auto elettrica biposto, da usare per viaggi corti. Mentre che i viaggi lunghi rimarranno a diesel


ciao
MaX
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Alain
Messaggi: 473
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da Alain » 5 ott 2021, 8:40

Ciao Max, sono veramente contento che sei tornato a scrivere! :clap:
Fa sempre piacere sapere come evolve il tuo impianto.

Per quanto riguarda l'efficacia dei bilanciatori, ho anch'io un HA-02 collegato al mio banco tubolare a 24 celle, che sposto all'occorrenza creando gruppetti di 2 o più celle a seconda degli elementi che restano un po indietro, però francamente, con quei sottili cavetti da 1 o 2 decimi di A, lo vedo già abbastanza al limite a fare questo e sono abbastanza dubbioso sul fatto che possa fare da "travasatore" in caso di prelievi (o immissioni) che interessino solo una porzione del banco.
Vero è che se ne possono mettere fino a 1 ogni 4 celle ... ma il dubbio rimane ...

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7391
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da maxlinux2000 » 5 ott 2021, 15:55

Alain ha scritto:
5 ott 2021, 8:40
Ciao Max, sono veramente contento che sei tornato a scrivere! :clap:
Fa sempre piacere sapere come evolve il tuo impianto.

Per quanto riguarda l'efficacia dei bilanciatori, ho anch'io un HA-02 collegato al mio banco tubolare a 24 celle, che sposto all'occorrenza creando gruppetti di 2 o più celle a seconda degli elementi che restano un po indietro, però francamente, con quei sottili cavetti da 1 o 2 decimi di A, lo vedo già abbastanza al limite a fare questo e sono abbastanza dubbioso sul fatto che possa fare da "travasatore" in caso di prelievi (o immissioni) che interessino solo una porzione del banco.
Vero è che se ne possono mettere fino a 1 ogni 4 celle ... ma il dubbio rimane ...
ciao... si infatti questo è un limite di questo bilanciatore... se la prende con calma e quindi un eventuale inverter da 12V collegato a parte di un banco da 48V, non può contare su tutta la potenza del banco, ma solo di 1/4. CMQ se si usa il vecchio inverter a 12V per accendere 4-5 lampade led e caricare il computer, non vedo problemi

Con 24 celle, dovresti avere 3 HA03. ma la serie HAxx lavora a 2.4V minimo e quindi interviene solo in una parte limitata del tempo...
Per le celle da 2V dovresti usare questo:

https://es.aliexpress.com/item/32222703392.html

ne serve uno per cella, e si collegano in serie sincronizzandosi tra di loro automaticamente. il sistema è abbastanza più caro ovviamente ma garantisce un perfetto equilibrio e quindi un aumento della durata del banco.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 2123
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da eneo » 6 ott 2021, 12:57

Sapevo che il bilanciatore, anche se scritto 0-10A, arriva al max 1A da video su youtube. Se fosse vero su impianto a 48v si potrebbe caricare le batteria anche con regolatori a 24v meno cari e piu' commerciali e farli equilibrare con HA02.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.870kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°7 solarworld 185wp, n°2 Peimar 250wp poly, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e n°2 triron 40A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8051
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da Ferrobattuto » 6 ott 2021, 13:49

Ciao Max! Ben riletto, finalmente. :D
Bene bene, vedo che hai migliorato e potenziato il tuo impianto, finalmente.
Ottima idea quella del bilanciatore, io non lo conoscevo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7391
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da maxlinux2000 » 6 ott 2021, 21:11

si, finire di pagare la casa e terreno, aiuta nel bilancio famigliare :-)

Questi bilanciatori li ho scoperti da poco anche io, ma sono sul mercato da almeno 5 anni
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7391
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da maxlinux2000 » 6 ott 2021, 21:32

eneo ha scritto:
6 ott 2021, 12:57
Sapevo che il bilanciatore, anche se scritto 0-10A, arriva al max 1A da video su youtube. Se fosse vero su impianto a 48v si potrebbe caricare le batteria anche con regolatori a 24v meno cari e piu' commerciali e farli equilibrare con HA02.
Si di solito non supera 1A o meno, anche se può arrivare a 6A sostenuti, facilmente e scaldandosi appena.

Questo sistema non serve per usare un inverter da 1000W a piena potenza.
L'idea è quella di usare per inverter a 12V, piccoli carichi e non buttare o mettere nel ripostiglio il vecchio inverter che ci ha servito per anni.

io lo uso al contrario. Il vecchio aerogeneratore carica 2 batterie da 6V e il bilanciatore sposta la corrente. Ma visto che non produce molto per il bilanciatore non diventa critico spostare la corrente.
Non ho mai visto l'aerogeneratore caricara a piú di 20A, con brevi picchi di 40A quando c'era un uragano fuori... quindi tutta roba facilmente gestibile per il bilanciatore... e poi ha tutto il tempo per bilanciare le batterie, non c'è nessuna fretta. :-)

Bisogna tenere in conto anche questo adesso:

I pannelli fotovoltaici costano pochissimo. Ho comprato recentemente altri 3 pannelli da 280W in leroy merlin per 89€ cad.
In italia li vendono per 105€...
280W? 15 anni fa un pannello da 150W costava 600€ e oltre !!!
Avendo tanti pannelli sul tetto significa che possiamo avere banchi batterie relativamente piccoli.. un po' come diceva hal9000 anni fa (+ pannelli - batterie)

Altra cosa importante:
usare il 12V va malissimo, a meno che i carichi siano molto bassi. Per cui usare un vecchio inverter per alimentare la linea delle luci di casa potrebbe essere una buona idea.. Una casa offgrid, usa sicuramente luci led (2.5€ - 800 lumen - 10W) e quindi i carichi non dovrebbero superare mai i 150W.. penso che sia difficile avere in casa 15 lampade accese....poi dipende dalla casa e da quante persone ci vivono.

Come minimo un sistema offgrid dovrebbe funzionare a 24V... certo, se c'è la possibilità economica.. ma anche qui i prezzi sono caduti moltissimo.
Un voltronic da 3000W-24V costa meno di 400€. Ricordo che il mio primo inverter victron da 800W-12V l'ho pagato 500€ e di seconda mano altrimenti si superava gli 800€

ecco...
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 16
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da kilowatt » 14 ott 2021, 15:57

Ben riletto maxlinux 2000 quello che ai scritto riguardo al bilanciatore mi arriva come la manna dal cielo. Devi sapere che ho un generatore eolico esarramente un hair breese 400 inutilizzato da più di 2 anni ho l inpianto a 24 con inverter ibrido da 3 kw con regolatore esterno morningstar ts 60 se lo usassi dovrei mettere un carico fittizio e se si come?grazie per la eventuale risposta, un saluto a tutto il forum.

Avatar utente
netsam
Messaggi: 5
Iscritto il: 18 ott 2021, 0:33

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da netsam » 22 ott 2021, 1:06

Sono interessato anche io. Avendo 8 batterie diverse, da 45 ah a 100 ah, potrei usare uno o due di questi bilanciatori?
La mia idea iniziale iniziale (espressa in un altro post) era quella di smontarle e utilizzare i materiali per sperimentare con batterie autocostruite.
Ma come ho detto anche li la vedo lunga, magari potrei iniziare attaccando le batterie al PIP5048 GK con questo sistema.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7391
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da maxlinux2000 » 24 ott 2021, 0:36

ciao, come avrai capito non passo molto da queste parti :-)

quello delle batteria auto costruite la vedo dura a meno di non avere un ottimo laboratorio, e tanta energia a disposizione. Non è impossibile... solo è difficile. Se leggi nel forum troverai moltissimi spunti... cerca batteria plantè, o batteria cilindrica e molte altre che non ricordo

Quello dei bilanciatori lo sto sperimentando anche io da poco ma vedo che funzionano bene. Adesso peró sto usando 4 accumulatori da 6V 250Ah tubolari C10, in serie, quindi sono a 24V come te.

Penso che alla fine siano il miglior compromesso tra costo e durata. ho messo su 3.4kWp di pannelli con "solo" 5.7kW e voglio raddoppiarli appena possibile. Prima mi compro un altro inverter uguale (ibrido 24V 3000Watt.. .credo che in italia siano ancora commercializzati con la marca PIP... qui da me con varie altre, ma tutti sono voltronic-axpert)
Il secondo inverter è per ridondanza... nel caso il primo faccia scherzi... a proposito si possono riparare facilmente cambiando le schede)

Tornando al tuo problema....
Per come la vedo io dovresti mettere un set di batterie per un totale 24V (per esempio 2 da 12V in serie) collegata al inverter, il regolatore esterno e all'aerogeneratore. Le batterie sarebbe interessante che fossero decenti e uguali tra di loro.
non importa che siano piccole, basta che assieme vadano bene.
Poi attraverso un bilanciatore HA02 aggiungi altre 2 batterie anche di dimensioni e capacità differenti. Basta che siamo della stessa tipologia. Se le 2 batterie principali sono ad acido libero, tutte devono esserlo. Non puoi mischiare GEL, AGM e acido libero.
Le devi collegare solo attraverso il bilanciatore, non in parallelo, in questo modo faranno da deposito esterno lento,

Ell'inverter in questo modo non potrai applicare carichi molto forti perché le 2 batterie principali non potranno reggere e i bilanciatori non possono trasferire molta corrente velocemente.
Peró con carichi leggeri non ci saranno problemi e potrai accedere alla capacità di tutte le batterie collegate.

CMQ sappi che esiste anche l'HA03 (a 8 vie) non so quanto costa.

ciao
MaX
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 16
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da kilowatt » 24 ott 2021, 13:04

Ciao max sono kilowatt , aspettavo con ansia una tua risposta,ho 2 batterie da 157 amper a 12 volts e mi sono lambicato il cervello per come aumentare l accumulo con il tuo sistema ho praticamente risolto almeno spero,evviva.Per quanto riguarda l aereogeneratore so ben poco su come funziona l eolico,ma non credo costituisca un problema ,adesso che so come fare con l accumulo,grazie di tutto a rileggerci, ciao.

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 2123
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da eneo » 24 ott 2021, 19:44

Attualmente, se puo' essere utile, utilizzo un sistema a cascata sulle batterie, ho il pacco principale di 4 anni a 48V 157ah con regolatore e inverter e un altro pacco da 48v 120ah nuove sempre tubolari con regolatore separato collegate al primo con un bel diodone. Insomma funziona come due serbatoi separati quando il primo inizia a calare il secondo lo aiuta facendo passare la giusta corrente in base alla richiesta. Cosi quando ho un po' di soldi acquisto un altro pacco batteria e lo aggiungo agli altri.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.870kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°7 solarworld 185wp, n°2 Peimar 250wp poly, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e n°2 triron 40A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
kilowatt
Messaggi: 16
Iscritto il: 21 dic 2018, 12:39

Re: GROSSO RISPARMIO: Bilanciatori di batterie

Messaggio da kilowatt » 26 ott 2021, 11:34

Ciao eneo con queste idee diciamo che potrei risolvere i problemi che mi hanno assillato per anni,tra i bilanciatori di max e adesso la soluzione dell accumulo io ho l impianto a 24 inverter ibrido al quale ò messo un regolatore tristar da 60 amper,perchè l inverter era rumoroso da panico le mie batterie sono da 157 amper tubolari cosa dovrei fare collegare altri pannelli altro regolatore e collegare un diodone solo sul positivo?e da quanti amper?il negativo in comune?da quanto tempo usi questo sistema?è importante grazie per l eventuale risposta ciao.

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 27 ospiti