Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Dolomitico » 5 set 2015, 20:44

Finalmente un "collega" :)
Si,il consumo per quanto sia non è eccessivo,e tutti quei attacca stacca/limitano di 1/3 il consumo totale,almeno da quanto ho misurato.
La parte bellissima è che sono dispositivi praticamente snobbati perchè giudicati antieconomici,invece cosi diventano molto utili,e ti gusti un bel caffè "solare"
Invece io ho dovuto sostituire i fusibili cilindrici con quelli lammellari,diciamo che dipende da quanto tiri in termini di ampere.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Dolomitico » 24 ott 2015, 13:53

Ho trovato una stufetta elettrica che avevo imboscato nel corso degli anni,sempre quelle cose elettriche che fanno inorridire al solo pensiero del conto della bolletta.
Siccome dopo le piastre elettriche,ci potrebbe essere anche un'aiutino intelligente al riscaldamento domestico,e visto che la stufa è già resente in casa,e durante il giorno il sole splende ancora,ho prova ad accenderla direttamente con il fotovoltaico.
Ha 3 livelli di potenza,750/1250/2000w.
Ovviamente non avendo un' impianto da parecchi kw non pretendo chissà che cose,ma mi basta la potenza più bassa.
Dopo un'ora di funzionamento la temperatura nel salotto è di 22° e la temperatura esterna intorno ai 14°.
Ma dovè la curiosità di questo sistema?da quello che vedo bisogna pensare al contrario,ovvero scaldare quando cè il sole per avere il maggior volano termico possibile,meglio ancora sarebbero quei termosifoni a olio,o qualunque cosa possa accumulare calore per poi rilasciarlo lentamente.
Qui in montagna già i vecchi avevano svilupato la stube,che altro non è che un grande termosifone in muratura o adesso in ceramica,che si scalda una sola volta al giorno per poi rilasciare gradualmente il calore durante il giorno.
Un sistema super efficente per consumare meno legna possibile,e massimizzare la resa.
Volendo un pò allargarmi si potrebbe dire che un sistema elettrico per quanto siamo sempre nel sistema meno efficente di uso dell'elettricità,però non genera CO2 in nessun caso,nè cucinando,nè riscaldando casa.
Avendo un bell'impianto di generazione e accumulo posso solo ipotizzare i potenziali che ci sono sul risparmio di risorse.
L'unica cosa è ci vorrebbe un bel sistema di domotica per la gestione dei vari flussi.
Alla fine una casa ha dei ritmi ciclici,quindi si trova facilmente l'orario giusto per la lavatrice,la lavastoviglie e il riscaldamento spalmandoli in vari orari della giornata....Bon....adesso mi sono allargato forse troppo...
Allegati
stufa.jpeg
stufa.jpeg (77.18 KiB) Visto 3692 volte

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7901
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Ferrobattuto » 24 ott 2015, 22:42

Dolomitico ha scritto:....Bon....adesso mi sono allargato forse troppo...

Non direi. Si può essere o non essere daccordo, ma sono riflessioni intelligenti.
Dopo tutto in una giornata fredda, poniamo di gennaio, ma soleggiata, si può avere necessità di riscaldare una stanza o un posto qualsiasi dove non arriva il sole. Tipo una stanza a nord, o il garage per un lavoretto, o un sottoscala o una cantina in cui si stia facendo qualcosa.
Tu ti scaldi a legna, no? per cui ti è più facile scaldare un sottotetto, visto che l'aria calda sale, mentre un seminterrato o uno scantinato rimane molto più difficile, a meno di fare buchi e mettere canne fumarie che ovviamente per un lavoro "temporaneo" non sono convenienti. In questo caso lasciar scaldare la stanza durante le ore di maggior sole con la stufa elettrica per poi lavorarci ad orari possibili è sicuramente conveniente.
Certo, molto dipende dal fotovoltaico e anche dal banco di accumulo installati.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Dolomitico » 25 ott 2015, 14:24

Dipende in buona parte dall'impianto che hai.
Dopotutto tutto parte se hai energia in eccesso,che non consumi in altro modo in quel momento.
Infattii con la legna scaldo buona parte della casa,ma il bagno è quello che in inverno resta tagliato fuori,e li uso anche uno scaldino elettrico.
E' già tutto pronto pure li per una spina fotovoltaica,ma lì il problema è di natura femminile,un conto è una mezz'ora di caldo,ma le donne tendono a esagerare lasciando acceso un "tantino"di più....
Per quello ci vorrebbe un sistema che gestisce in automatico il tutto.
Adsso gli smartphone che sono dei mini pc a tutti gli effetti sarebbero perfetti per ste cose,consumano pochissimo e possono stare accesi di continuo,per gestire una schedina a relè.....

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 2105
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da eneo » 26 ott 2015, 12:01

Dolomitico e' la stessa cosa che ho pensato io riscaldare casa quando c'e' il sole...se la casa e' abbastanza coibentata dovrebbe contenere il calore almeno x 12 ore. Il sole e' quella fonte che tiene in vita il ns pianeta. Io stavo pensando di utilizzare una serie di lampade particolari x illuminare il mio limone e alcune piante che soffrono del gelo. Insomma quando c'e' il sole si possono fare tante cose
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.870kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°7 solarworld 185wp, n°2 Peimar 250wp poly, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e n°2 triron 40A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
sononuovo
Messaggi: 148
Iscritto il: 17 nov 2015, 19:55

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da sononuovo » 18 nov 2015, 13:49

salve a tutti, sto leggendo questa discussione e come dolomitico, anche io da qualche mese ho cominciato a pensare a come sfruttare l'eventuale eccesso di energia "solare"
per quanto riguarda le piastre ad induzione ce ne ho anche io una,anche se ancora non l'ho usata
ho preso un set di tre padelle su amazon a 30 euro l'altro giorno
mia madre usa l'induzione da circa 4 anni. prima ha sempre usato le piastre elettriche normali (del gas ha sempre avuto paura)
Il problema delle piastre elettriche standard e' che devi saperle usare.
sono lente a scaldarsi, e poi continuano a scaldare parecchio tempo dopo averle spente.
quindi, se sei bravo, la spegni in anticipo e continui a cucinare (ma se devi far bollire la pasta, non va bene,devi lasciarla accesa).altrimenti hai parecchio spreco, oltre ad essere pericolose perche' rimangono molto calde per parecchio tempo,quindi ,se hai dei bambini, averle spente non e' sufficiente
Quelle a induzione solitamente assorbono come le piastre elettriche standard (1000-2000watt) pero'
1) la pentola si scalda MOOOLTO piu' velocemente perche' il calore viene trasferito direttamente ,mentre nelle piastre standard, si scalda la piastra che a sua volta scalda la pentola
2) appena togli la pentola in automatico la piastra si spegne
3) solitamente hanno piu' intervalli di regolazione rispetto alle piastre elettriche standard
4)non c'e' nessun pericolo perche' la piastra rimane sempre fredda visto che il calore viene trasferito alla pentola/padella
5) sono facilissime da pulire
Io a casa mia ho il gas, pero' a breve voglio cominciare ad usare la piastra induzione
Inoltre ,sempre su amazon, a 13 euro ,ho comprato un bollitore da mezzo litro che assorbe solo 550watt, quindi anche questo perfetto per il solare, anche se unpo' lento. Lo uso se devo fare un te, o scaldare unpo' di acqua per lavare qualche piatto sporco. Quello che avevo prima era il classico bollitore da 2000watt. troppo

Per quanto riguarda discorso stufe elettriche, al momento a casa ho tre radiatori ad olio, poi una infrarossi 600/1200/1800 vortice, e tre termoventilatori (di cui uno imetec veramente silenzioso e , dalle prime prove fatte, forse il piu' efficiente)
Ho tempo per restituirli fino al 31 gennaio, quindi spero di provarli bene
Comunque penso che il sistema piu' efficiente siano i climatizzatori
quelli piu' recenti (un mio amico ne ha uno veramente buono, che consuma circa 850watt, mi pare daikin pagato 450) sono veramente molto efficienti e sopratutto se si deve scaldare una sola stanza, o un salone, sono veloci e consumano poco (zero se si ha eccesso di produzione)

ma devo aspettare la prossima settimana. al momento le temperature sono ancora "alte",quindi e' presto per giudicare

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Dolomitico » 18 nov 2015, 16:59

L'ho presa anch'io una piastra a induzione da lidl,e dopo aver usato per parecchi mesi le piastre a resistenza devo si dire che va bene,è comoda e veloce da bollire l'acqua e da pulire,ma non è una cosa che mi fa mettere via tutte le piastre a resistenaza,che anzi sono pericolose come temperatura come dici,ma se impari ad usarle puoi recuperare quasi tutto il calore.
Io quando finisco di cucinare ci tengo il cibo al caldo,oppure metto su l'acqua a scaldare per vari usi,poi il caffè della mokka in alluminio con l'induzione non va.
Sono 2 tecnologia ben diverse,ma io contunuo a trovare vantaggi e svantaggi in tutte e 2.
L'induzione è velocissima,e cucini in un lampo,le resistenza sono economiche e non richiedono particolari pentole,poi essendo abituati al gas non è che il calore sia più pericoloso.
Concordo che per scaldare casa se hai il fotovoltaico la cosa più efficente è la pompa di calore,sia in estate che in inverno,specialmente se le temperature restano sopra i 5/7 gradi.
Ovviamente si massimizza l'uso durante il giorno quando cè il sole per andare al risparmio quando questo non cè.
E' una filosofia di vita,durante il giorno si sfrutta quello che cè,per poi andare piano quando la fonte finisce.
Immagino che hai un'impianto fotovoltaico adeguato per gli usi che intendi fare...

Avatar utente
nuti2
Messaggi: 65
Iscritto il: 27 gen 2012, 9:14

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da nuti2 » 20 nov 2015, 8:18

Buongiorno, ragazzi, anch'io ho una piastra ad induzione con due fornelli potenza assorbita da min 500 watt a 2000watt, e mi permetto di segnalare che la piastra ad induzione, ( almeno la mia) ha due problemi, il primo è che il fornello a 500 watt o e fino ad 800 watt, lavora ad intermittenza, cioè, attacca e stacca, potete immaginare l'inverter che stress, il secondo è che comunque l'inverter per piani ad induzione dovrebbe essere dalle 4 alle 5 volte di potenza superiore a quella assorbita; quando faccio la pasta, ( sempre e solamente in giornate soleggiate), per avere un buon risultato, (tempo), devo impostare il fornello a 1000 0 1200 watt, percui dovrei avere minimo un inverter di 4000watt, cosa che non ho e il fatto non mi fa stare per niente tranquillo.
Invece con il fornello elettrico, (né ho uno vecchio da muratore), mi trovo molto meglio, arrivo a cucinare quasi tutto senza grandi problemi, questa è la mia esperienza che volevo scrivere, probabilmente ho sbagliato piano ad induzione, voi cosa ne dite?.
ciao

Avatar utente
sononuovo
Messaggi: 148
Iscritto il: 17 nov 2015, 19:55

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da sononuovo » 20 nov 2015, 9:46

non ho capito perche' dici che per usare una utenza a 1000watt, ti serve un inverter da 4000watt
se usi un inverter di quelli economici (io ne ho provati circa una decina di inverter..e' incredibile quanta differenza ci sia tra uno e l'altro pur rimanendo su una fascia di prezzo molto simile) ,allora posso capirlo.molto spesso sulle cineserie, il valore dichiarato va diviso a meta' (a volte anche di piu'...)
Io , all'inizio, quando pensavo di alimentare solo meta' casa con il fotovoltaico, escludendo quindi lavatrice,forno,asciugacapelli, ho avuto NOTEVOLI problemi con il frigorifero
nonostante un normalissimo consumo medio di 50wattora (circa 120w per 25 minuti), all'accensione registravo sui wattmetri dalle batterie un picco di oltre 1.400 watt!!!
se ho tempo, faro' le prove con il wattmetro, con la piastra induzione che ho preso tempo fa
inoltre ho anche quelle piastre adattatrici che in teoria servono per usare le pentole normali
cosi' provero' anche a fare il caffe' per dare una risposta a dolomitico !

Avatar utente
nuti2
Messaggi: 65
Iscritto il: 27 gen 2012, 9:14

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da nuti2 » 20 nov 2015, 10:32

Ciao, sononuovo, non sono io che lo dico ma i venditori esperti, per una utenza ad induzione l'inverter deve essere dalle 4 alle 5 volte di potenza superiore all'assorbimento, però volevo anche una conferma dal forum.
ciao

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7901
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Ferrobattuto » 20 nov 2015, 10:33

sononuovo ha scritto:....NOTEVOLI problemi con il frigorifero.... nonostante un normalissimo consumo medio di 50wattora (circa 120w per 25 minuti), all'accensione registravo sui wattmetri dalle batterie un picco di oltre 1.400 watt!!!....

È già stato ampiamente riscontrato. Leggendo in giro per il forum troverai sicuramente dei riscontri fatti anche da altri. Il frigo è una delle "bestie nere" dei sistemi ad isola. Ma anche dei consumi domestici. È incredibile come quasi nessuno nella "normale" utenza anche da rete non se ne renda conto.....
Se la lavatrice e i vari boiler, o anche gli "scaldabagni" fatti con ventilatore e resistenza, come anche le stufe elettriche, sono abbastanza "individuabili" come "sperperatori di corrente", il frigo rimane occulto. Sia per il picco di consumi all'accensione, che è una vero e proprio "calcio" sia per il contatore che per gli inverter, sia per i consumi medi giornalieri, che col suo "attacca & stacca" continuo specie in estate si cucca un sacco di wattora giornalieri, tanto che a seconda del modello (quelli nuovi "all'americana" sono terribili.....) possono risultare addirittura il consumo primario di un appartamento.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
sononuovo
Messaggi: 148
Iscritto il: 17 nov 2015, 19:55

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da sononuovo » 20 nov 2015, 11:06

Nuti2. non saprei che dirti, e' la prima volta che sento che per mille watt induzione serve un inverter da 4-5mila watt
pero' sononuovo quindi aspettiamo cosa dicono gli esperti
il mio e' da 2400watt -3000va con picco fino 4800
l'altro giorno c'era la lavatrice in funzione in fase riscaldamento (2000watt), e' partito il frigo, ha fatto un bip ,ma ha continuato tranquillo
appena ho un po' di tempo faccio le prove con la piastra induzione

per Ferro
hai ragione..il frigo e' veramente una bestia nera!
io ho misurato un consumo giornaliero, tenuto al minimo, di 1kwh
aggiungendo un consumo medio di 30wh fissi dell'inverter, staccandomi dall'enel devo calcolare quasi 2kw giornalieri fissi SOLO per inverter e frigo .(per fortuna il sole ci aiuta per diverse ore,ma in inverno bisogna sempre pensare allo scenario peggiore,anche se c'e' da dire che in inverno molte cose non serve metterle nel frigo)
c'e' comunque da dire che negli ultimi anni molte altre cose che usiamo dentro casa sono diventate MOLTO meno voraci
penso ad esempio al lampadario che avevamo in salone, 8 lampadine da 25watt=200watt. oggi con meno di 100watt ci illumino tutta casa,mentre prima ci illuminavi appena una stanza!
anche i televisori...led grandi da 32-40" assorbono 60-80watt
il pc che uso (dual core intel i5) assorbe ,durante l'uso normale, 8-12wh
quindi, per fortuna, miglioramenti ce ne sono stati

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7901
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Ferrobattuto » 20 nov 2015, 14:18

sononuovo ha scritto:....il pc che uso (dual core intel i5) assorbe ,durante l'uso normale, 8-12wh....

Sei sicuro di questo?.... Quei processori lì non consumano meno di 40 o 50W durante il funzionamento. Anche io ne ho uno in mid-tower che acceso con monitor e tutto non consuma meno di 90W, raggiungendo punte di 150 durante qualche uso un po' "gravoso". Anche se fosse un portatile, perciò ottimizzato al massimo, i suoi 50 o 60W in totale li consumerebbe ugualmente.
Per uso "continuo" 24h-24 uso un piccolo HP t5540, monoprocessore a 1GHz che solo lui, con monitor spento ecc ecc, si prende circa 23W.
Neanche il raspberry consuma poco come dici tu. Ti consiglierei di ricontrollarne i consumi.....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
sononuovo
Messaggi: 148
Iscritto il: 17 nov 2015, 19:55

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da sononuovo » 20 nov 2015, 15:33

in realta' ho scritto pc ma il mio e' un pc infilato dentro un tablet! ossia il microsoft surface pro, dual core i5,128gb,4gb ram SSD,schermo touch da 10.6, risoluzione 1920, preso in offerta nel 2014 a 299 con windows 8 pro
comunque prima io e la mia ragazza avevamo l'asus 1001px, un netbook da 10 pollici, con la batteria maggiorata da 7800mah presa su ebay (erano mi pare da 11.1volts o 10.8 non ricordo..quindi circa 90watt) si arrivava anche a 15 ore! (con la batteria originale da 5200 asus dichiarava mi pare 9 ore e effetivamente almeno 7 si facevano) con schermo acceso quindi una media di 8 watt ora..impressionante considerando lo schermo acceso,il wifi e l'hard disk meccanico (gli ssd consumano un po' meno). ovviamente usandolo per vedere film in you tube, da 14 ore si scendeva a 7-8
ma se ci pensi, anche i tablet android, per esempio il nexus 7 2012 (che ancora oggi e' veramente ottimo) con una batteria da 4000mah 3.7v quindi circa 15watt, fanno tranquillamente 8 ore accesi con wifi navigando in internet
Nei pc desktop purtroppo e' difficile scendere sotto i 50watt. calcola che ogni ventola consuma 3-4 watt...quella sul processore...quella nell'alimentatore, un paio nel case ..quindi solo di ventole e' facile avere 10-15watt.
tu usi il raspberry?
io mi stavo un po' interessando ad arduino..ma sto andando OT..mi fermo!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7901
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Ferrobattuto » 20 nov 2015, 17:37

sononuovo ha scritto:...tu usi il raspberry?....

No, ne raspberry ne arduino....
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7380
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da maxlinux2000 » 20 nov 2015, 17:43

Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da Dolomitico » 20 nov 2015, 17:58

nuti2 ha scritto:Buongiorno, ragazzi, anch'io ho una piastra ad induzione con due fornelli potenza assorbita da min 500 watt a 2000watt, e mi permetto di segnalare che la piastra ad induzione, ( almeno la mia) ha due problemi, il primo è che il fornello a 500 watt o e fino ad 800 watt, lavora ad intermittenza, cioè, attacca e stacca, potete immaginare l'inverter che stress, il secondo è che comunque l'inverter per piani ad induzione dovrebbe essere dalle 4 alle 5 volte di potenza superiore a quella assorbita; quando faccio la pasta, ( sempre e solamente in giornate soleggiate), per avere un buon risultato, (tempo), devo impostare il fornello a 1000 0 1200 watt, percui dovrei avere minimo un inverter di 4000watt, cosa che non ho e il fatto non mi fa stare per niente tranquillo.
Invece con il fornello elettrico, (né ho uno vecchio da muratore), mi trovo molto meglio, arrivo a cucinare quasi tutto senza grandi problemi, questa è la mia esperienza che volevo scrivere, probabilmente ho sbagliato piano ad induzione, voi cosa ne dite?.
ciao


NO,non hai sbagliato,anche la mia fa la stessa cosa fino a 1000w circa,probabilemnte per fornire potenze minori semplicemente parzializza il funzionamento,e anche il fatto che servono inverter sovvradimensionati è corretto,in quanto ci sono 2 tipi di carichi,quelli induttivi,e quelli resistivi.
Gli induttivi come appunto il frigo necessitano di maggiore potenza di spunto per partire (frigorifro,compressore,motori a induzione in genere)e quindi non si può usare un motore a induzione da 1500w su un'inverter da 2000w.
Per quello sugli inverter ci sono 3 tipi di potenza,quella continua,quella per 30 minuti,e quella a 5 secondi.
Quella a 5 secondi sono appunto gli spunti massimi,ovvero il frigo per esempio.
Le piastre a resistenza fanno parte dell'altra categoria,queste non hanno spunto,e possono essere usate fino all'80% della potenza dell'inverter senza problemi,es:inverter da 1000w piastra da 800W.
Hanno cmq anche queste la noia dei continui attaca e stacca,ma ho scoperto che ci sono delle viti nascoste sotto la manopola per regolarne il termostato.
E da qui si arriva all'ovvia conseguenza che in base all'uso che se ne vuole fare,l'inverter deve essere di buona qualità,e di potenza adeguata.
Non è sbagliato usare un'inverter da 3000W anche se per l'impianto si prevede un uso medio di 1000w.
Ci sono soluzioni per parallelare più inverter da aggiungere man mano,oppure uno unico grande,a trasformatore o senza.

Avatar utente
nuti2
Messaggi: 65
Iscritto il: 27 gen 2012, 9:14

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da nuti2 » 21 nov 2015, 9:51

ciao a tutti, nella mia continua ricerca per ampliare e migliorare l'impianto, il fine è quello di poter usare il sole almeno per il 75% dei miei fabbisogni energetici, percui oltre a luci, forza motrice e cucinare adesso penso anche al riscaldamento, a tal proposito nella mia vita professionale, ( geometra), mi sono imbattuto in un innovativo sistema di riscaldamento; pannelli riscaldanti all'infrarosso, ne ho acquistati due uno da 650 watt e uno da 800 serigrafato, li stò testando, consumi, comodità ecc, credo sia un campo molto interessante, esempio in otto ore di lavoro continuativo un 650watt consuma circa 1,5 €uro e riscalda una stanza da circa 20 Mq, avete esperienze di questo tipo?, comunque il problema dell'impianto ad isola, al di sopra di certi consumi sono le batterie, con il sole funziona tutto, senza sole,( almeno il mio impianto), e con un carico importante attaccato, tipo appunto l'infrarosso, alcune luci e magari la tv si passa dopo poco tempo in enel, purtroppo.
ciao a tutti,

Avatar utente
nuti2
Messaggi: 65
Iscritto il: 27 gen 2012, 9:14

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da nuti2 » 21 nov 2015, 9:57

.... gentilmente chi mi insegna a postare le foto?, un grazie in anticipo.

Avatar utente
sononuovo
Messaggi: 148
Iscritto il: 17 nov 2015, 19:55

Re: Usare i fornelli elettrici o induzione con fotovoltaico

Messaggio da sononuovo » 21 nov 2015, 10:34

quanto li hai pagati? ne volevo prendere anche io uno da provare (ovviamente online per sfruttare poi il recesso)
da domani/lunedi0 dovrebbero abbassarsi le temperature, quindi posso finalmente fare le prove con tutto quello che ho a casa (ho tempo per il recesso fino al 31 gennaio)
ossia radiatori a olio.termoventilatori,stufa alogena/quarzo, stufa infrarossi.
poi ho, da tempo, un climatizzatore, un po' vecchio, quindi non molto efficiente (1200wh) nel salone
poi vi aggiornero' sulle prove
il pannello mi interessava perche' cercavo qualcosa di totalmente silenzioso per la notte
i radiatori ad olio fanno dei fastidiosi click che potrebbero svegliarmi
quelle quarzo/alogene/infrarossi illuminano tutta la stanza quindi da escludere totalmente
climatizzatore ovviamente fa rumore
termoventilatore idem
quindi rimane solo il pannello
ps
perle foto devi clicckare sul tasto
editor completo
cosi' ti compaiono tutte le funzioni
e in basso trovi il tasto
ALLEGATI

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 69 ospiti