Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 26 lug 2015, 11:53

Ferrobattuto ha scritto:E rifare una sorta di "contenitore" per le nuove batterie, usando l'attacco del vecchio?...


Si,è un'idea a cui avevo pensato,basta rimodellarlo un pò,io avevo anche pensato alla soita scatola gewiss da fissare sotto,diventa un pò più alto,ma poi non ci sono più problemi di spazio.
Pensa a metterci una batteria come questa?
http://www.hobbyking.com/hobbyking/stor ... ouse_.html
è una lifepo da 8400mah,con questa l'autonomia è quasi garantita,su un'avvitatore è esagerata,ma immagina le varie elettroseghe,smerigliatrici,seghe varie,diventa uno strumento formidabile.. :P
Allegati
lifepo4.jpg
lifepo4.jpg (95.82 KiB) Visto 4273 volte

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7943
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Ferrobattuto » 26 lug 2015, 12:18

Mi sa che dentro una gewiss di quelle ce ne metti due. :lol: Poi ci fai camminare l'automobile! :woot:
Curiosità, perché io non ho mai approfondito il tema "LiFePo": ma fino a che capacità si trovano? Anche elementi singoli, intendo.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 26 lug 2015, 12:55

http://www.ebay.it/itm/LiFePO4-Akku-Win ... 258f06eec5

100 ah che io sappia,sono delle belle bestiole,ne sservono per un sistema 12v,hanno un voltaggio più basso delle litio,ma sono molto più sicure.
Se intendi fare un sistema fisso non so dirti,sicuramente sono valide,serve sempre un caricabatterie con bilanciatore altrimenti ci sono dei dispositivi particolari da montare direttamente sui poli.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 26 lug 2015, 12:57

Ho visto sul tubo un go kart elettrico con batterie lipo,e oltre a ssommare se non ti tieni di scariche ebbe anche a terra,hanno potenze notevoli.

Avatar utente
Fra461
Messaggi: 51
Iscritto il: 16 giu 2015, 13:56
Località: Rovigo

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Fra461 » 26 lug 2015, 17:04

Allora se non ci sono problemi faccio una discussione con le varie tipologie di batterie e se volete inserisco anche i consigli su dove acquistarle? Se mi date conferma procedo.

@Dolomitico
Ho sistemato un makita ad un amico e gli ho messo una batteria da 800mah ed è contento anche la forza è buona, poi alla fine la differenza non c'è una NiCd ci metti delle ore a ricaricarla questa in un'ora al massimo la ricarica e dopo averla ricaricata due volte hai superato la capacità della NiCd e poi mi pare l'abbia pagata 4-5€ invece di 35-40€ per il pacco nuovo.
Si HOBBYKING è ottimo, ho acquistato tutto anche io li da loro e non sono male. L'unica cosa è stare attenti a non ordinare dagli altri magazzini ma solo quello europeo altrimenti si paga la dogana e controllate sempre la disponibilità prima di ordinare.

Esempio:
Immagine
Prodotto disponibile e state ordinando dal magazzino europeo.

La batterie da 8400mAh è una LiFePo4 è sono molto più sicure delle Lipo.

Grazie per il link interessante quelle batterie da 100ah.

Io per trovare la batterie che mi serve uso questo tool e cerca la batteria in base al "voltaggio" e alla dimensione che ho disponibile.
Per scegliere il "voltaggio" selezionate Config(s) sapendo che ogni cella eroga circa 3.7V in base al tensione che vi serve selezionate 1S = 3.7VV
2S = 7,4V 3S = 11.1V [...] 12S = 44.4V.
Un sorriso costa meno della corrente elettrica, ma dà più luce.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 26 lug 2015, 17:42

Fra461 ha scritto:Allora se non ci sono problemi faccio una discussione con le varie tipologie di batterie e se volete inserisco anche i consigli su dove acquistarle? Se mi date conferma procedo.


Beh..si,anche perchè sicuramente è sempre bene,magari scopriamo cose che ancora non sappiamo.
Non serve una nostra conferma... :P puoi mettere tranquillamente delle discussioni,fossero tutte cosi interessanti....


Fra461 ha scritto:@Dolomitico
Ho sistemato un makita ad un amico e gli ho messo una batteria da 800mah ed è contento anche la forza è buona, poi alla fine la differenza non c'è una NiCd ci metti delle ore a ricaricarla questa in un'ora al massimo la ricarica e dopo averla ricaricata due volte hai superato la capacità della NiCd e poi mi pare l'abbia pagata 4-5€ invece di 35-40€ per il pacco nuovo.
Si HOBBYKING è ottimo, ho acquistato tutto anche io li da loro e non sono male. L'unica cosa è stare attenti a non ordinare dagli altri magazzini ma solo quello europeo altrimenti si paga la dogana e controllate sempre la disponibilità prima di ordinare


A me è successo proprio questo,ho fatto un' ordine e solo alla fine mi sono accorto che avevo fatto una gaffe.... :(
Ma i prezzi erano cosi bassi che...mi sono fatto prendere la mano.
Alla fine fra dogana e tutto ho pagato qualche euro in più rispetto allo store europeo.
Ma vuoi dire che una lipo da 800mah è equivalente alle nicd da 1.2/1.3mah?
Si avevo visto che quelle ci stavano,negli utensili Bo++h il pacco è lungo,quindi una lipo ci sta comoda,anche i Ble**K& Dek** hanno un pacco bello ampio,ma i mak**a hanno un pacchetto tattico,ma piccolo per le lipo,anche in piedi sono noiose da piazzare quelle a 12V.
Ne ho uno con le nimh che è defunto ,potrei tentare,ma prima ho un'elettrosega da convertire,ho già la batteria,e voglio vedere sto colpo se mi annichilisce anche queste....

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 26 lug 2015, 18:02

Ho appena scoperto che ci sono le lipo B GRADE,ovvero batterie difettose,con alta resistenza interna,da usare a perdere,in applicazioni non troppo spinte,e fin che vanno vanno,e poi si buttano....
http://www.ebay.it/itm/BATTERIA-B-GRADE ... 1a01c9bc1a
una 11.1v 5000mah per 20€....
per bici elettriche,o usi modesti....

C'è una domanda che mi frulla da un pezzo,se noi abbiamo un pacco con le classiche 18650,quelle litio cilindriche tipiche dei pacchi moderni,in quelli da 18V ne usano 5,quindi 5S,se noi una volta consumate,gli mettiamo una lipo e il bilanciatore lo coleghiamo al BMS integrato....stiamo giocando col fuoco oppure stiamo faccendo un'operazione corretta?
Secondo me si potrebbe anche fare,poi potete dire che tanto vale comprare direttamente delle 18650 a alta scarica....che magari conviene...

Avatar utente
Fra461
Messaggi: 51
Iscritto il: 16 giu 2015, 13:56
Località: Rovigo

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Fra461 » 28 lug 2015, 0:11

Va bene allora inizio con la discussione più che altro è perchè sono costretto a mettere dei link per la vendita poi capirete il perchè.
Io a due amici ho installato una lipo da 800mah e come forza mi hanno detto che ora con le lipo l'utensile va meglio, l'unica cosa è la durata per loro non è un problema perchè dopo che lo hanno usato ricaricano la batteria e non ci devono lavorare tutti i giorni. Piuttosto che buttare via l'utensile alla fine è un'ottima soluzione ed economica.

Elettrosega a batteria quella sicuramente consuma un botto, ti serve una lipo bella tosta e con parecchi C tipo la B-grade che hai postato.
Interessanti le B-grade peccato che non c'è la 6S da 5000mah in Italia o in Europa servirebbe ad un mio amico per la sua bici.

Da quanto ne so si possono ricaricare le 18650 con la ricarica bilanciata come se fossero le lipo, ma non so se si può fare il contrario (secondo me non ci sono problemi), se sono le batterie dei notebook al loro interno hanno le 18650 e in teoria visto il connettore vengono ricaricate con carica bilanciata.
Però secondo me in questo caso conviene la sostituzione con le 18650 (però le lipo sono più leggere), la differenza di prezzo è minima 5x18650 LG da 3500mAh (max 10A) 35€ lipo 5S da 3300mah 39€. Oppure puoi usare le lipo per fare una batteria di riserva per il notebook e con un regolatore di tensione la colleghi all'entrata del caricabatterie, poi la ricarichi con il caricabatterie per le lipo.
Un sorriso costa meno della corrente elettrica, ma dà più luce.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 5 ago 2015, 13:41

Oggi mi è arrivata la lipo per modificare il pacco dl mio avvitatore,una lipo che ci sta per un filo,ma in base alle misure o ci stava per cosi,o la mettevo in piedi,con mia soddisfazione ho scoperto che ci stava proprio di traverso,ora basta completare la modifica,è una lipo da 1.3Ah,e credo che per quello che ci devo fare mi basta,il costo è di 15€ su ebay.
Basta stagnare il connettore ai contatti e il foro per il bilanciatore o buzzer.
Ho preferito una lipo un pò più grossa per via dei C di scarica,questa arriva a 20C continui,e si sà che un'avvitatore quando avvita forte assorbe dei pichi notevoli anche se per poco tempo.
Allegati
batt2.jpg
batt1.jpg

Avatar utente
badgir
Messaggi: 89
Iscritto il: 26 giu 2014, 23:01

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da badgir » 9 ago 2015, 21:02

Dolomitico ha scritto:Bagdir,era proprio quello che avevo in mente di fare,una sega a batteria ce l'ho pure io,della black deker,ma è una cippa,il motore è troppo piccolo,quella tua è un pò più sostanziosa?


Avevo anch'io la black&decker, ma era a 18V. Due volte sono riuscito a consumare il motore (no si cambiano le spazzole, bisogna buttarlo). costa solo 6 Euro ma bisogna passare la ruaota dentata sull'asse e ci vogliono degli attrezzi speciali che io non ho. La prima volta mi ha aiutato un amico ma poi ho lasciato perdere.

La Greenworks ha in apparenza una scocca più scadente ma è costruita meglio e si possono cambiare le spazzole al motore. ed è anche più forte. Oltretutto va a 24V, quindi a casa la attacco direttamente alla bassa tensione delle batterie fotovoltaiche.

Qui alcune foto dalle modifiche interne, e poi in azione nel bosco:

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine

Immagine


di andare a tagliare la legna con la elettrica ci ho pensato anch'io,ma di farlo con la bici....è troppo tosto,ma quanta legna caichi?
Immagino che usi una gerla e la carichi sulla schiena..


I trasporti si fanno un po' alla volta...

Immagine
...comunque la bici elettrica tira!

Come si nota la batteria è sempre la stessa. 12 Ah@24V, LiFePO4 (8 celle Headaway). La borsa ho preso dai cinesi, a 15 €. Sarebbe per macchina fotografica. La bici è una microbike (microbike.it, Roma) e ha ormai 12 anni. Inizialmente aveva le batterie al piombo, poi ho messo le NiMH e da qualche anno sono passato alle LFP.
Ultima modifica di badgir il 9 ago 2015, 21:21, modificato 1 volta in totale.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 9 ago 2015, 21:16

Caspita,il carico della legna è più di quello che mi aspettavo.pensavo meno sulla bici.
Mi aspettavo un rimorchio extra.
Si la black e dkr é un giocatto,la costruzione stessa è un pó alla semplice,ma visto che giá ce l.ho volevo sfruttarla,con le nicd originali riusciva a stritolarle in poco tempo,ovvio che tagliare legna è un altra storia.
Ho visto la greenwork da 80v sul tubo,taglia parecchio simile a una scoppio,autonomia a parte.
Te dici che cmq è un prezzo prestazioni o non val la pena puntare su cose più di marca?
Hp visto in giro sia makita che hitaci,senza batteria stai sui 300 euri.
Da valutare.....

Avatar utente
badgir
Messaggi: 89
Iscritto il: 26 giu 2014, 23:01

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da badgir » 9 ago 2015, 21:34

La Makita costa più di 3 volte la Greenworks, quindi dovrebbe durare almeno 3 volte tanto. Poi credo che vada a 36 volt. Richiederebbe quindi batterie e caricatore a parte, almeno per me.

Ho ancora la motosega B&D in stato smontato, più un pacco batterie modificato. Avevo fatto delle prove con delle piccole lifepo4 da 2AH che avevo preso da hobbyking ma una cella si è poi guasta. Avevo messo pure un alarme per non scaricare troppo le batterie. Erano i primi esperimenti con le LFP.
Non ha più valore economico ma non voglio buttare questo materiale. Forse ti può servire, fammi sapere.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 9 ago 2015, 22:43

Mah,intanto no,per adesso ho troppe robe da sistemare,e se continuo ad aggiungere vado in avvitamento
Scusa sai,volevo capire la differenza fra i vari prezzi.logico che la tua per quel prezzo è sfiziante.
Ma qui da me per il bosco si va su calibri di stihll,husguarna o dolmar,io ne ho 2 a scoppio di quest ultima,per quello che in base al lavoro che fai ti serve l attrezzo affidabile.
Ovvio che non vai nel bosco tutto il giorno armato di batterie,ma per avere un equivalente valido,ma senza svenarti.
Cmq non è un progetto a corto termine.
Ho visto che sono valide,ma ancora all inizio cone sviluppi.
La tua da quello che capisco ha il motore a spazzole,su alcune montano i bruchless,e qui probabilmente il prezzo va su...

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7597
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Arex » 9 ago 2015, 22:49

Dolomitico, mi sa che la nostra idea di bosco è un tantino diversa dalla sua.
Mio zio ha preso la makita a 36v con le batt al litio. Ha speso una follia e con 3 batterie non super l'ora di autonomia lavorando a manetta.
Direi che può andar bene se vai a rubare per non far troppo casino oppure per potare il melo, o magari se rifai il tetto è hai qualche trave da accorciare... se devi fare legna meglio la motosega a scoppio.
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 9 ago 2015, 23:04

^_^ :P bella quella di andare a fregar legna.
In effetti qui o vecchietti appena sentono rumore di motosega si scatenano per sapere chi è che taglia.
Potrebbe essere un alternativa,ma appunto costosa.
Quello che spiegava Bagdir é intrigante nella forma,l idea di fare tutto in elettrico,ma appunto,il rapporto costo/autonomia è limitante purtroppo.

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7597
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Arex » 9 ago 2015, 23:34

Si, intendevo proprio quello ... la Makita di cui sopra va meravigliosamente bene ma porca miseria non ha autonomia. Però tutto il discorso rimane comunque interessante, sopratutto quello che fate con le batterie (io non ci capisco niente) ...
Anzi ... avrò bisogno d'aiuto se potete per riutilizzare qualche avvitatore che ho ...
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
badgir
Messaggi: 89
Iscritto il: 26 giu 2014, 23:01

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da badgir » 10 ago 2015, 0:05

Per fare legna si può usare anche il diritto di legnatico (ius legnandi), ovvero raccogliere tutto quello che è caduto, ovviamente non senza sentire il proprietario del bosco. In genere questo lavoro e ben visto in quanto ripulisce il bosco dagli alberi caduti. Chi taglia professionalmente invece non cerca gli alberi caduti.
Qui nel Lazio (Nord di Roma) i boschi sono pieni di alberi caduti che nessuno raccoglie. Bastano e avanzano per scaldare casa. Il problema è in genere il trasporto - ecco perché ci vado in bici. E spesso per un tratto bisogna portare la legna anche a piedi. Per questo lavoro - che comincia in genere a settembre e si portrae un po' per tutto il periodo invernale, spesso nei fine settimana, non serve una motosega ultrapotente e pesante. E con la batteria esterna si risolve il problema dell' autonomia. Non finisce mai rispetto ai volumi che si riescono a tagliare e rimuovere in una sessione di lavoro...

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7597
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Arex » 10 ago 2015, 0:21

Beh si, non hai mica torto. Però il tuo è un caso... o meglio, io quando vado a legna ne faccio almeno 100q e abbatto direttamente le piante sul mio bosco o su quello di altri.
A dire il vero mi farebbe gola prenderne una, ma per gli scopi di cui sopra (tranne rubare).
Potare e carpenteria ... però poi per quella volta ogni tanto che la userei... la troverei scarica e con le batterie andate...
Bisognerebbe fare dei pacchi batteria multiuso, in modo da sfruttarli su più utensili e magari avere un mantenitore di carica o qualcosa del genere che mantenga in ottimo stato gli accumulatori ... è possibile contenendo i costi?
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
badgir
Messaggi: 89
Iscritto il: 26 giu 2014, 23:01

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da badgir » 10 ago 2015, 0:32

Credo che una motosega elettrica necessiti molto meno manutenzione di una a scoppio. Non so, di queste ultime non ne ho mai avuto. Con quella elettrica devi solo affilare la catena e rimboccare il serbatoio dell' olio x la catena (olio biodegradabile). Poi un po' di pulizia generale. In realtà è sempre pronta all' uso. La batteria mia è condivisa con la bici, quindi sempre in uso (anche se le LFP possono "dormire" anche per un anno senza deteriorarsi).

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 10 ago 2015, 9:08

Beh,si la motosega elettrica richiede meno manutenzione,diciamo che cmq per certi ambiti torna utile,e si potrebbe ovviare all autonomia potendo caricare le batterie inloco,magari con la batteria del trattore,questo aumenterebbe l uso.
Chiaramente un conto è un piccolo raccolto,un conto 100q,con questi ultimi anche una elettrosega a 220v avrebbe problemi,e dovresti lasciarla raffreddare.
I tuoi avvitatori Arex,ci sono 3 vie,o provi a ripristinare le sue batterie,con il piccolo caricabatterie imax lo puoi fare,anche se è un giocattolino,una serie di cariche e scariche lente di solito ripristinano buona parte della capacita.oppure cambi le celle con delle nuove,su ebay ci sono pacchi premontati per na 30ina di euro,oppure fai come bagdir e fai una batteria esterna,con filo da connettere ai vari dispositivi cosi sono sempre peonti all uso,questo é buono se li hai tutti con lo stesso voltaggio.
Scegli tu la configurazione che più ti piace.

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 20 ospiti