Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Moderatore: eneo

Rispondi
Avatar utente
carlobdp
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 lug 2021, 11:56

Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da carlobdp » 12 lug 2021, 12:10

Buongiorno,
sono proprietario di una baita sul lago di como, una vecchia signora in cima alla montagna. Posto molto bello. No acquedotto, no rete elettrica. C'è una cisterna interrata di raccolta per l'acqua piovana.
Ci sono suggerimenti per poter realizzare un impianto idrico?
Idealmente si tratterebbe di usare l'acqua della vecchia cisterna per alimentare dei lavelli ed un bagno.
Si pone anche il problema di ottenere dell'acqua calda.
Il tema dell'acqua potabile penso non sia risolvibile...
Grazie per l'aiuto.
Carlo

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 8044
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da Ferrobattuto » 12 lug 2021, 14:33

Così, su due piedi: pompa di sentina a 12V da barca, magari di buona fattura, alimentata da batteria anche tipo auto e pannello solare di potenza adeguata. Purché il dislivello non sia eccessivo dovrebbe funzionare, e comunque puoi cercare in rete i componenti adatti.
Per l'acqua calda potresti usare un pannello termosolare, o uno scaldabagno a gas senza scheda elettronica, ma di quelli con accensione a pila. Da assicurarsi però che la pressione minima a cui può funzionare sia adeguata alla pressione della pompa. Anche di questo penso che in rete si trovino i dati.

Una tua piccola presentazione nella sezione dedicata sarebbe molto gradita. Grazie.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
carlobdp
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 lug 2021, 11:56

Re: Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da carlobdp » 12 lug 2021, 17:55

E' pensabile ricorrere ad una pompa a mano per pompare l'acqua della cisterna in un cassone da collocare nel sottotetto e da lì distribuire in caduta?

Per l'acqua calda ho visto un prodotto che si presenta come un grosso disco nero da installare sul tetto come serbatoio e da far scaldare dal sole. Anche questo potrebbe essere riempito con una pompa a mano e poi distribuito in caduta.

Cosa ne pensate?

Dalla cisterna al sottotetto il dislivello è circa 7 metri.

Grazie

Carlo

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1326
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da jpquattro » 13 lug 2021, 13:14

Scusa ma periodo di utilizzo? tutto l'anno o solo l'estate? La pompa a mano può funzionare ma alla lunga quella della pompa sarà una corvee pesante... comunque un serbatoio a caduta non fa funzionare uno scaldaacqua, la differenza di pressione richiesta non è trascurabile..
Se vuoi usare un impianto più stabile puoi pensare a pannelli fotovoltaici con accumulo di energia, ma possono funzionare solo in assenza di neve e con meteo decente. Il vantaggio che ci funziona più o meno tutto: pompa, luci, frigorifero...
Il solare per l'acqua calda funziona, ma vuole superfici libere da neve e con buona insolazione... la ciambella nera mi sa che funziona al mare, per una sistemazione in montagna, anche lasciando perdere l'inverno, meglio un pannello solare di qualità con accumulo locale e circolazione a termosifone...

Avatar utente
carlobdp
Messaggi: 4
Iscritto il: 12 lug 2021, 11:56

Re: Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da carlobdp » 13 lug 2021, 17:27

Grazie. L'uso è esclusivamente estivo. Per il momento anche saltuario. Le batterie del fotovoltaico saranno da attaccare ad ogni accesso e staccare ad ogni partenza? Voglio dire, se resto a dormire una notte sola ora che si ricaricano mi sa che me ne sono già andato... Cosa ne pensi? Grazie

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1326
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Impianto idraulico per baita con cisterna e senza elettricità

Messaggio da jpquattro » 13 lug 2021, 18:03

Le batterie sono attaccate al regolatore di carica che a sua volta è attaccato ai pannelli fotovoltaici.
A mia conoscenza non si dovrebbero staccare mai, se non per interventi di manutenzione ordinaria o straordinaria.
Casomai quando parti, spegni l'interruttore generale, staccando le batterie da luci, pompe, frigo, ecc. ecc.
Se non ti fidi molto metti le batterie (ma anche il regolatore di carica) in un armadio metallico o in uno stanzino in muratura senza parti in legno o comunque infiammabili.
Tieni presente che le batterie non gradiscono il freddo, quindi non è opportuno che stiano fuori di casa.
Paolo

P.S. Mi viene da pensare che io ci vedrei bene batterie al Litio-ferro ( LiFePo4, assolutamente non Litio!) molti cicli in più e meno problemi. Però devi trovare un regolatore di carica adatto...

Rispondi

Torna a “Idraulica”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti