Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Moderatori: Ferrobattuto, Dolomitico

Avatar utente
Fra461
Messaggi: 51
Iscritto il: 16 giu 2015, 13:56
Località: Rovigo

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Fra461 » 7 ott 2015, 1:02

Volevo informarvi che per quanto riguarda l'elenco delle batterie sono in procinto di finirlo, solo che ultimamente ho poco tempo. Scusate per il tempo, non mi sono fermato.
Un sorriso costa meno della corrente elettrica, ma dà più luce.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 7 ott 2015, 15:53

Tranquillo che con il tempo scarso sei in buona compagnia...

Avatar utente
bistag1959
Messaggi: 3
Iscritto il: 23 feb 2018, 11:37
Località: Firenze

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da bistag1959 » 23 feb 2018, 12:44

Buongiorno,
mi sono appena registrato perchè sono capitato per caso e ho letto in parte la vostra discussione.
Capisco che siete molto preparati sull'argomento mentre io sono abbastanza in difficoltà quando ci si addentra sull'elettricità.
Detto questo ho vari saldatori a stagno e un pò mi sono cimentato su alcuni progetti ma non sono mai arrivato ai calcoli che voi riuscite a fare.
Dovrei rigenerare alcune batterie 12volts Makita e mi è molto piaciuto il vostro approccio nel cambiare il sistema a Lipo che capisco essere uno dei migliori.
Il mio problema è il seguente vedo che le batterie Lipo si trovano da 11,1 volts come faccio a renderle compatibili con la necessità dei miei attrezzi a 12 volts.
Grazie per l'aiuto che mi vorrete dare.

Avatar utente
trattore
Messaggi: 176
Iscritto il: 16 apr 2016, 12:10

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da trattore » 23 feb 2018, 13:24

Dipende dalle tue esigenze, se preferisci mantenere la massima portabilità degli attrezzi potresti sostituire le batterie esauste con delle litio ferro fosfato tipo le 18650, da 2500-3000 milliapere/ora, combinando la serie degli elementi puoi ottenere la tensione che più si avvicina alle originali, da notare che alcune batterie così si possono recuperare da quelle dei pc portatili apparentemente non più funzionanti, una volta aperto il pacco almeno 3-4 sono ancora pienamente efficienti, oppure se vuoi la lunga durata di autonomia opterei per una al piombo, per esempio una da 20 Ah con un collegamento con cavo a spirale.

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 23 feb 2018, 18:55

Il problema del cambio di chimica é stabilire dopo con cosa la si ricarica.
Una lipo va caricata con un caricabatterie dedicato con bilanciatore o bms, non si può più caricarla con il suo caricatore originale.
In ogni caso i caricatori rapidi sono degli assassini per le nicd/nimh.
Quindi se usi spesso l avvitatore, e sai a cosa vai incontro, puoi tentare di convertire un pacco in litio, io userei pile 18650,più sicure delle lipo, se invece lo usi raramente conviene prendere le celle e rimpiazzare quelle vecchie, si mantiene la piena compatibilità con l originale, e le prestazioni sono ancora valide.
L unica noia nei makita originali sta nell aprire lo chassie, é incollato, niente viti.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1022
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da jpquattro » 23 feb 2018, 20:53

Io in passato per un avvitatore cinese ho rifatto due pacchi comprando le celle NiCd "surplus" su ebay, le ho dovute comprare surplus perché i pacchi usavano una misura di cella un po' più corta della "mezza torcia" e all'epoca non si trovavano, almeno a prezzi umani.
Il vantaggio di rifare i pacchi con la stessa chimica è che rifunziona tutto come prima, caricabatterie e regolatore del motore... Anche l'autonomia aumenta significativamente, almeno con i prodotti di primo prezzo, (coi makita non so...) le batterie del nuovo pacco, anche rimanendo con la chimica originale, sono spesso vistosamente migliori dell'originale....

Paolo

P.S. Sono andato a cercare la misura delle celle (avevo un avanzo in un cassetto) sono conosciute come sub-C, diametro 2 mm lunghezza 42. Fino ad un po' di anni fa era una dimensione frequente nei pacchi degli utensili a batteria...

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 24 feb 2018, 11:34

Beh, sicuramente le batterie degli utensili di primo prezzo sono economiche, cambiandole il miglioramento è netto, nel cado della makita non è cosi, costano un botto le originali, e hanno delle signore celle. Peccato che vengono caricate a morte, io un affare simile, ma le carico a 2/300 mah piano piano, il suo originale le carica a 2,6ah circa, le stritoli cosi.
La bellezza sta che ne trovi a vagoni, io ne ho sia di nuove di sottomarca, una 20ina di euro, oppure una nuova, ovviamente sono batterie che gradiscono lavorare costantemente, non stare mesi ferme a fare la polvere, in questo caso si sbilanciano che è un piacere, e le batterie economiche cominciano a fare l effetto memoria, che lo si risolve scaricando piano ogni cella fino a 0.4v singolarmente.
È una chimica robusta, e la potenza non manca, ovviamente spariranno con il tempo, sennò c'è il recelling, come hai fatto tu, ma sarebbe meglio avere pacchi smontabili.

Avatar utente
bistag1959
Messaggi: 3
Iscritto il: 23 feb 2018, 11:37
Località: Firenze

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da bistag1959 » 27 feb 2018, 12:13

Mantenendo tutto come è che caricabatterie consigliate?
Grazie!

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1022
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da jpquattro » 27 feb 2018, 18:17

Ciao Bistag
Quando l'ho fatto io, ho usato celle simili a quelle vecchie, solo di qualità migliore. Il risultato è stato che ho riutilizzato tutto quello che avevo, caricabatterie e tutto il resto, ho cambiato solo le celle... Se cambi il tipo di batterie, se passi per esempio alle litio ti ci vuole un circuito di bilanciamento per le litio, (per un utensile a 12 V ci vorrà un circuito per 4 celle) un caricabatterie specifico per il litio, modificare il portabatterie, ecc. ecc.

Paolo

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7378
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da maxlinux2000 » 5 feb 2019, 22:49

Oggi ho messo sotto il torchio il mio avvitatore 18V con batterie al litio e bms da 100A e 5 18650 in serie... una potenza! Mi ha avvitato un centinaio di viti da 4x60, praticato una decina di fori da 10mm su legno, e ancora non da segni di cedimento...forse dovrei aggiungere un volmentro per batterie al litio in modo da vedere il livello di carica.

Stavo pensando di fare una seconda batteria, cosí mentre si ricarica la prima posso continuare a lavorare con la seconda, ma non vale la pena... mi scarico prima io :D :D

quindi usare batterie al litio su atterezzi portatili è una buona idea anche secondo me.

Per chi fosse interessato ho usato questo materiale:

celle li ion:
https://es.aliexpress.com/store/product ... st=ae803_5

bms 100A
https://es.aliexpress.com/store/product ... st=ae803_5


Con questo bms bisogna ricaricare con una presa a parte. Ho usato gli XT60:
https://es.aliexpress.com/store/product ... st=ae803_5

Per l'alimentatore ho preso un vecchio alimentatore da 12V - 15W e con un dcdc step up ho portato la tensione a 21V esatti. Le batterie assorbono 5W max a 21V, quindi l'alimentatore è sufficiente.

per l¡alimentatore ho usato quello che avevo in casa, ma in caso differente avrei usato questo:
https://es.aliexpress.com/store/product ... st=ae803_5

ciao
MaX

Edit, qui sotto un paio di foto de pacco batteria
photo5967505197347483976.jpg
photo5967505197347483976.jpg (49.8 KiB) Visto 2532 volte
photo5967505197347483975.jpg
photo5967505197347483975.jpg (38.29 KiB) Visto 2532 volte
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
metroman
Messaggi: 79
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da metroman » 7 feb 2019, 16:51

parere personale, visto che sono state prese batterie non originali (liitokala non vende le celle originali test comprovano che siano celle scartata quindi grado b/c e test UN non superati)

perché non prendere le.lifepo4 di A123? sono solo 1100mah , ma sono sicure a prescindere e danno 30A reali l una

Avatar utente
loker
Messaggi: 2
Iscritto il: 6 feb 2019, 23:51

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da loker » 7 feb 2019, 22:03

ciao metroman sono appassionato di pile puoi spiegare meglio le seguenti parole:
liitokala non vende le celle originali test comprovano che siano celle scartata quindi grado b/c e test UN non superati

PS: io ho un vecchio trapano a pile alimentato da 3 coppie di pile in serie recuperate da una batteria di notebook e devo dire che va benone.

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7378
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da maxlinux2000 » 8 feb 2019, 15:25

metroman ha scritto:
7 feb 2019, 16:51
parere personale, visto che sono state prese batterie non originali (liitokala non vende le celle originali test comprovano che siano celle scartata quindi grado b/c e test UN non superati)
spiega meglio

perché non prendere le.lifepo4 di A123? sono solo 1100mah , ma sono sicure a prescindere e danno 30A reali l una
non sapevo esistessero, cmq ho fatto una ricerca in google e delle lifepo4 formato 18650 da 1500mAh della marca A123 le vendono a $7.59 USD... troppo care, peró di brutto, a meno che non ci sia un posto che le vendano più economiche.

Alla fine il fatto che occasionalmente prendano fuoco, è un po' come usare una automobile diesel invece che una benzina o gas, perchè il diesel è meno infiammabile.

Sai se ci sono statistiche tra i milioni di batterie li-ion vendute e quante hanno preso fuoco? Questo sarebbe un modo più utile per conoscere il grado di sicurezza delle li ion.

Altra domanda.... che ne sai delle lifepo4 flat? c'è differenza tra le "pile" tipo 18650 -38120... e le flat della stessa capacità? Lo chiedo perché spesso le flat sono più economiche
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
metroman
Messaggi: 79
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da metroman » 8 feb 2019, 21:51

maxlinux2000 ha scritto:
8 feb 2019, 15:25

spiega meglio
1) liitokala vende batterie su AliExpress che non potrebbe vendere in EU perché non passano i test sicurezza/specifiche UN/specifiche costruttore.
(ci sono un po' di test online e queste celle a 30A di scarica hanno troppa caduta di tensione/scaldando e rischiano termal runaaway.
non sapevo esistessero, cmq ho fatto una ricerca in google e delle lifepo4 formato 18650 da 1500mAh della marca A123 le vendono a $7.59 USD... troppo care, peró di brutto, a meno che non ci sia un posto che le vendano più economiche.
2) si costano le A123 ma ci sono altri marchi che ne fanno di discrete già in EU (nkon.nl le vende)
Alla fine il fatto che occasionalmente prendano fuoco, è un po' come usare una automobile diesel invece che una benzina o gas, perchè il diesel è meno infiammabile.

Sai se ci sono statistiche tra i milioni di batterie li-ion vendute e quante hanno preso fuoco? Questo sarebbe un modo più utile per conoscere il grado di sicurezza delle li ion.
2 bis) spero tu non veda mai un fuoco di 18650 li-ion. basta una volta per capire cosa fanno ste batterie (1000gradi e micro esplosioni tipo petardi che lanciano pezzi roventi in giro + non le spegni nemmeno con l halon)
sono sicure se : rispetti la caratteristica di progetto, il BMS funziona, hai un sistema di protezione che stacca per temperatura critica.
statisticamente Lo sono, sul fai da te devi fare molta attenzione.

Altra domanda.... che ne sai delle lifepo4 flat? c'è differenza tra le "pile" tipo 18650 -38120... e le flat della stessa capacità? Lo chiedo perché spesso le flat sono più economiche
3) le lifepo4o pouch(soft) sono sicure. arrivano anche a 100 A+ continuo. non hanno involucro protettivo e CID/PTC però se sgAsano si gonfiano e dovrebbero autoproteggersi.

per poter prelevare però 100A devi tenerle strette perché si sviluppano gas dentro che premono sulle pareti soft.

se volete linko il sistema di protezione di valence saphion (lifepo4 18650). mostra come la temp non dovrebbe superare i 170° nel caso peggiore (io ho provato qualche cella, e prima di raggiungere tale temp si apre il positivo e fa uscire l elettrolita che liquido e la cella muore)

chiedo scusa per il doppio quote..

da smartphone non riesco a tagliare agevolmente i quote

Edit by MaX: Sistemati i "quote"

Avatar utente
metroman
Messaggi: 79
Iscritto il: 10 nov 2018, 15:37

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da metroman » 14 feb 2019, 10:53

uno dei primi risultati su google da dove ho preso le info

http://budgetlightforum.com/node/60547

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7378
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da maxlinux2000 » 14 feb 2019, 14:37

ok, grazie per le info. Da parte mia anche se le batterie sono una truffa, non posso lamentarmi, perché funzionano perfettaemente nel mio trapano, ma sará anche perché il mio trapano non puó assorbire 30A e quindi sono sotto-utilizzate rientrando cosí nei limiti tecnici della possibile truffa. Fosse stato un avvitatore a 9V probabilmente sarebbero diventate un problema.

La prossima volta voglio provare con delle lifepo4... ho giusto un avvitatore bosch della prima generazione. Va a 7.4V ma penso che il motore regga fino a 10V e quindi i 9.6V vanno bene
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 29 apr 2019, 17:42

Sulla qualità delle pile cinesi è tutto un programma,ci sono marche di qualità,ma ovviamente con prezzi più alti.
Io in genere quelle che ho trovato in dotazione facevano ridere,ho preso delle frontali Led,o dei faretti Led,ma le pile che mettono in dotazione fanno schifo.
Sono da 3.7v 1000mah di capacità.
Per intenderci le pile vecchie recuerate dai pc portatili tengono di più anche si vecchie,chissà cosa ci mettono dentro..sabbia?
Cmq giorni fa mi sono trovato a dover tagliare dei rami un pò grossi,non tanto per usare la motosega ma troppo per un alternativo,e alla fine la scelta è ricaduta sulla mia vecchia motosega a batterie modificata.
Ora dire che l'ho presa anni fa e l'ho usata seriamente solo adesso fa ridere,ma è andata cosi.
In passato montava una nicd da 2000mah anche quella modificata,l'originale faceva pena,ma scaldava poi la batteria che il motore della sega,allora l'ho convertita con una Lipo da 2200mah 5s (18v).
Sono rimasto impressionato da come tagliava bene i suddetti rami,roba da 5 /10 cm di diametro,ovviamente con le limitazioni della sua potenza,ma senza particolari inceppamenti,allora visto che avevo ancora un pacco di un vecchio makita che girava da un buco all'altro ho provveduto a montare la seconda batteria con una scatola gewiss,cosi da avere più spazio,pensavo di metterci una lipo da 5ah,ma per adesso mi accontento di questo pacco da 2500mah circa,tanto non si può chiedere troppo altrimenti il motore surriscalda,ok questa sega è un giocattolo per giardinaggio o poco più,ma se usato senza grosse pretese taglia senza la paricolosità di una motosega a scoppio-
Allego una foto di un'altra modifica,purtroppo ho avuto ben 2 batterie di utensili a batteria che sono saltati i bms,celle ok,bms saltati,cosi li ho rimossi e ho collegato un cavetto 5s per le lipo,cosi da caricarle tutte con l'Imax cosi da bilanciarle per bene e controllare la capacità. :huh:
Allegati
elettrosega.jpg
elettrosega.jpg (72.81 KiB) Visto 1079 volte
batterie duo.jpg
batterie duo.jpg (74.52 KiB) Visto 1079 volte
batteria 18650.jpg
batteria 18650.jpg (68.32 KiB) Visto 1079 volte
batt parkside.jpg
batt parkside.jpg (70.62 KiB) Visto 1079 volte

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7510
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Arex » 29 apr 2019, 20:47

Sei un grande!
L'unico appunto che ti devo fare è sulla pericolosità della motosega. Elettrica o a scoppio sono pari per pericolosità. L'unica differenza è il rumore.
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
Dolomitico
Moderatore
Messaggi: 2252
Iscritto il: 28 mag 2011, 8:39
Località: Belluno

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Dolomitico » 30 apr 2019, 17:38

Arex ha scritto:
29 apr 2019, 20:47
Sei un grande!
L'unico appunto che ti devo fare è sulla pericolosità della motosega. Elettrica o a scoppio sono pari per pericolosità. L'unica differenza è il rumore.
Grazie,ma non esagerare,non ho fatto niente di eccezzionale,semplice recupero,adesso ho ancora 2 avvitatori da convertire.
Per la pericolosità è ovvio,ma un conto sono quelle a scoppio che quando ti toccano sei già grave,un conto sono ste trapolette,cè un motore che se arriva a 200w sono tanti,ti puoi si ferire,ma la potenza in gioco è altra cosa,cmq resta da non sottovalutare.
In giro cè gente che converte smerigliatrici in motoseghe adattando la lama al posto del disco da taglio,quelle le vedo di sicuro in zona alto pericolo.. :o:

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7510
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Come recuperare un vecchio utensile a batteria (qualsiasi)

Messaggio da Arex » 30 apr 2019, 17:53

Non sottovalutare l'attrezzo! Ti ricordo che il legno è molto più consistente della carne umana. La catena è fatta allo stesso modo. Non serve per niente potenza per amputarsi qualche arto. Anzi (non lo scrivo espressamente per te bensì per tutti i nostri lettori) può essere addirittura più facile farsi male con quei "giocattoli" proprio perché si arriva a sottovalutarli in quanto la mancanza di rumore, il peso relativamente leggero ecc portano ad essere utilizzate con una sola mano esponendo l'altra in qualche occasione a notevoli rischi.
Perciò okkio! Una motosega è una motosega e a parte quelle giocattolo per i bimbi le altre son tutte pericolose in ugual modo.
Passo e chiudo che son OT ma era importante sottolineare.

Per il resto hai fatto un ottimo lavoro.
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Rispondi

Torna a “Batterie & elettricità”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Bing [Bot] e 9 ospiti