Generatore a terra, lontano dal rotore

Moderatore: Marko

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 5 mar 2018, 21:00

Non mi sembra di aver trovato niente a riguardo sul forum. Non riesco a capire dove sia il sistema generatore di Windpods. Fattibile? Sembrerebbe non fare tanto rumore, essere meno pericolosa, forse meno complicata da mettere a punto.
Immagine
Immagine
windpods b809f037d042ebcb3d5623f62dfa1687--wind-turbine-allah.jpg
windpods b809f037d042ebcb3d5623f62dfa1687--wind-turbine-allah.jpg (12.13 KiB) Visto 1118 volte

Ieri sera ho trovato anche questo, Solar Aero, per cui dice proprio generatore lontano dal rotore. Ditta mi sa però fallita....
Immagine
https://www.treehugger.com/clean-techno ... rbine.html

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7253
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da maxlinux2000 » 9 mar 2018, 5:52

dovrebbe funzionare ugualemte... ma l'asse di trasmissione dovrà essere particolarmente leggero, perché altrimenti l'inerzia impedirebbe alle pale di girare. Dovresti usare qualche cosa tipo un tubo in alluminio (occhio però allo sforzo in torsione) o in fibra di carbonio :D :D
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7130
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da Ferrobattuto » 9 mar 2018, 15:01

Un tubo di ferro del diametro di 3cm non ha molta inerzia, peso si senz'altro, ma inerzia pochissima.
L'inerzia dipende più che altro dal raggio, se questo è minimo (a meno che non si stia parlando di quintali di roba), anche l'inerzia è minima.
Poi nel caso di un rotore ad asse verticale, a meno di un Darrieus di quelli "veloci", gli altri hanno tutti una coppia di spunto piuttosto alta.
In commercio si trovano sia tubi di tipo "idraulico" di spessore considerevole (circa 3mm e a volte di più) sia canna di ferro "tipo mobilio", molto più sottile, tra 1 e 2mm al massimo, secondo il diametro. Anche una di quelle, intorno ai 3cm di diametro, regge una buona torsione. Ovviamente bisogna prevedere dei supporti adeguati e delle intestazioni ben fatte.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 10 mar 2018, 0:17

maxlinux2000 ha scritto:
9 mar 2018, 5:52
dovrebbe funzionare ugualemte... ma l'asse di trasmissione dovrà essere particolarmente leggero, perché altrimenti l'inerzia impedirebbe alle pale di girare. Dovresti usare qualche cosa tipo un tubo in alluminio (occhio però allo sforzo in torsione) o in fibra di carbonio :D :D
Mesi fa mi erano capitati 5-6 telai corsa e mtb in carbonio spezzati, averci pensato! :D Ho puntato solo a forcelle in carbonio, chiavi, pacchi pignoni e cuscinetti per corpetti ruote libere. Quelli sono quasi 16 di diametro interno mi sa che sia poco.
Per intestazioni credo del telaio.
Ma il motore/generatore lontano dal rotore? :unsure:

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7253
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da maxlinux2000 » 10 mar 2018, 1:38

si appunto, ma per il generatore alla fine mi sa che ti conviene metterlo vicino alle pale, qualsiasi tipologia tu voglia usare.

ci sono diverse discussioni qui nel forum riguardo a questo argomento
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 11 mar 2018, 17:28

maxlinux2000 ha scritto:
10 mar 2018, 1:38
ci sono diverse discussioni qui nel forum riguardo a questo argomento
Proprio perché ci sono varie alternative ho recuperato 2 alternatori auto 12v, 1 camion 28 v, 1 motore 220 vcc, 2 asincroni trifase 750w, 2 ventilatori da soffitto, 1 motore magneti permanenti 80v 14kva, .... e nel terreno accanto c'è una bicicletta elettrica abbandonata :ph34r:

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 22 mar 2018, 23:20

Ho fatto una prova con un alternatore e non ho avuto nessun risultato. Penso di aver sbagliato qualcosa. Apro un'altra discussione?

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7130
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da Ferrobattuto » 22 mar 2018, 23:32

Che fai, apri una discussione per ogni prova? Se è lo stesso argomento continua qui.
Piuttosto, descrivi la prova che hai fatto e in che modo l'hai fatta, almeno ci capiamo qualcosa.......
Spiegaci cosa stai usando e come lo usi. Metti qualche foto di quello che hai fatto.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
maxlinux2000
Amministratore
Messaggi: 7253
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da maxlinux2000 » 22 mar 2018, 23:34

l'alternatore auto non va bene per l'eolico perché ha bisogno di un elevato numero di giri, cosa che il vento non ti da a meno di non mettere una puleggia, che peró ti ruba potenza.
Se poi usiamo un sistema eolico verticale, allora hai bisogno di un alternatore che funzioni a bassissimi regimi.

Se vuoi usare un alternatore auto per questi scopi devi modificarlo e renderlo con magneti permanenti e usare un sistema eolico orizzontale.
Cogito, ergo NO SUV !!

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 23 mar 2018, 22:08

Sì, prima di farmi regalare i 2 alternatori da camion (il Magneti Marelli non so se è da 14 o 28V) mi sono letto e riletto questo:
viewtopic.php?f=69&t=95&sid=fb450317752 ... 017caab0ef
Vorrei ricaricarci una batteria (o 2) con il rullo da bicicletta e forse anche una versione da girare con le mani.
Speravo andassero bene anche per un asse orizzontale abbassando il numero di giri come diceva Ferrobattuto.

Ho tolto il regolatore con le spazzole al Bosch 28V 35-70 A ed alimentato il rotore direttamente con 2 lampadine da 12v 5W in serie. E niente. Statore, rotore e diodi sembrano a posto. Domani faccio un'altra prova e poi posto lo schema.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7130
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da Ferrobattuto » 23 mar 2018, 23:17

Togli le lampadine...... alimentalo direttamente, vedrai che carica subito. Naturalmente dovrai prevedere qualcosa che stacchi l'alimentazione al rotore in caso di fermo, altrimenti ti scarica le batterie.
Comunque da molte prove fatte è risultato che gli alternatori da auto o camion coi rotori eolici non ci vanno d'accordo, a meno di avere un rotore grosso come un mulino a vento e mettere un moltiplicatore di giri, che però si ciuccia quasi tutta la potenza in attriti.
Vedrai con la bicicletta che mazzo ti fai per tirarci fuori pochi watt........
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 24 mar 2018, 11:54

Ferrobattuto ha scritto:
23 mar 2018, 23:17
Vedrai con la bicicletta che mazzo ti fai per tirarci fuori pochi watt........
:D
I magneti anulari dei magnetron dei forni a microonde sono di ferrite e quindi sempre poco potenti?
O vedo se posso prendere i magneti dei motorini d'avviamento, come ho letto qui da qualche parte, con un passaggio di polli. :D

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7130
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da Ferrobattuto » 24 mar 2018, 12:42

I magneti dei magnetron sono piuttosto potenti, ma come pensi di usarli? Occhio che sono "ciambelle col buco" e sono fatte in modo che buona parte del campo magnetico se ne passa li dentro. Anche quelli degli altoparlanti sono fatti nello stesso modo. Se pensi di modificare un rotore di alternatore per auto per modificarlo a magneti permanenti devi sostituire l'asse d'acciaio con uno di bronzo o di acciaio inox (che non è magnetico) altrimenti il campo magnetico se ne va "nel buco della ciambella" tramite l'asse d'acciaio e di fuori nello statore ne transita pochissimo (il campo magnetico, come la corrente elettrica, segue la via più breve.....).
I magneti dei motorini di avviamento hanno la sezione a "mezzaluna", come pensi di usarli?
L'allusione al "mazzo" che ti farai per tirar fuori un po' di Watt con la bici, non era riferito ai magneti, ma al sistema di moltiplica dei giri, che si prende la maggior parte della potenza in attriti.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 24 mar 2018, 15:19

Ferrobattuto ha scritto:
24 mar 2018, 12:42
L'allusione al "mazzo" che ti farai per tirar fuori un po' di Watt con la bici, non era riferito ai magneti, ma al sistema di moltiplica dei giri, che si prende la maggior parte della potenza in attriti.
Sì l'avevo capito. Ma almeno in questo settore confido nell'esperienza.

Figuriamoci se pensavo alla fuga del flusso magnetico! :( Un cilindretto di alluminio (a trovarlo) e magari anche uno di plastica tra i magneti anulari ed il rotore potrebbe ridurre le perdite? Forse appena appena?
Invece incollando magneti rettangolari dentro i poli del rotore senza avvolgimento? Quelli a mezzaluna sono 1 N, 1S immaginavo di metterli allo stesso modo. :unsure:
Ricordi di scuola c'è un tipo di acciaio inox che è un minimo magnetico.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7130
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da Ferrobattuto » 24 mar 2018, 15:27

n33 ha scritto:
24 mar 2018, 15:19
Ricordi di scuola c'è un tipo di acciaio inox che è un minimo magnetico.
Quello con cui fanno i coltelli da tavola. Credo sia il 309 o il 409 o qualcosa di simile, per migliori spiegazioni puoi chiedere ad Eneo. L'AISI 316 non lo è di sicuro.
L'asse modificato deve essere il più amagnetico possibile.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer


Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
unimatrixzero
Moderatore
Messaggi: 475
Iscritto il: 21 set 2017, 22:04

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da unimatrixzero » 24 mar 2018, 21:19

questo potrebbe esserti di aiuto..

https://www.youtube.com/watch?v=d2ivLHXCz0I
Riposa in pace Bob Harte .

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 26 mar 2018, 0:02

Peccato che di russo capisco solo qualche lettera graficamente simile a quelle greche. :D
Se ho capito qualcosa quello è un asincrono trifase, forse anche 2-3 kw. Non riesco a capire come il rotore a gabbia di scoiattolo sia stato lavorato. Mi sembra che abbia tolto solo le lamelle.

Rotore a gabbia di scoiattolo di un asincrono trifase:
Immagine
Генератор.jpg
Rotore modificato nel video
Генератор.jpg (36.24 KiB) Visto 918 volte

Avatar utente
eneo
Moderatore
Messaggi: 1977
Iscritto il: 19 apr 2011, 9:05

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da eneo » 26 mar 2018, 9:23

Secondo me fai prima a fare un piggot, compri magneti e filo smaltato di rame e sei apposto. Ed e' a basso numero di giri.
viewtopic.php?f=69&t=274
Lo stesso che si vede nella terza foto, ho ancora i dischi portamagneti sia il piccolo che il medio.
Impianto fotovoltaico monocristallino 2.195kwp n°5 canadian solar 180wp, n°1 trina solar 185wp, n°6 solarworld 185wp, batteria 24v 157+157Ah SMA tubolare, regolatore di carica tristar ts45 pwm e epsolar landstar pwm 30A, inverter steca PI1100, Plc di gestione impianto, eolico 300w 24v.
Impianto camper pannello kyocera 140wp, regoltore steca prs1010 e batteria 80Ah SMa

Avatar utente
n33
Messaggi: 41
Iscritto il: 16 gen 2018, 19:38
Località: ex ATO Toscana Costa, al confine con La California

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da n33 » 26 mar 2018, 21:54

Il piggott andrebbe con un rotore come quello winpods nelle foto all'inizio? Quello che mi preoccupa sono il palo, l'ancoraggio, se c'è da saldare

Avatar utente
mastrovetraio
Moderatore
Messaggi: 2847
Iscritto il: 25 nov 2012, 14:01
Località: provincia di Ferrara
Contatta:

Re: Generatore a terra, lontano dal rotore

Messaggio da mastrovetraio » 27 mar 2018, 8:13

Per avere dati, devi cercare "Lentz 2" e troverai anche le misure. Ma scordati di poter avere qualcosa di funzionante che non sia posto su un palo ad una altezza di almeno 6~10 metri da terra, a meno che tu non disponga di una collina senza alberi con vista mare. Una saldatrice costa tra i 100 ed i 200€ e saldando si impara.
Se poi digiti Ropatec sul nostro motore di ricerca, in alto a destra, potrai vedere (quasi) tutto ciò che è apparso in questo forum su pale eoliche ad asse verticale e/o orizzontale ma ad alta solidità.

Rispondi

Torna a “Eolico”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 3 ospiti