110%

Moderatori: eneo, corvo50

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

110%

Messaggio da jpquattro » 30 mag 2020, 23:48

Non sapevo come intitolare questo post ne dove metterlo...
Ho risolto così, ma se deve essere spostato non mi offendo...
Il 110% è lo sconto fiscale sulle ristrutturazioni che fa il governo da ora a fine 2021. Lo sconto è in 5 rate uguali da scalarsi sul 730; l'importo totale massimo è, salvo difetti della mia memoria, 65000€ (si, gli zeri li ho contati...), e possono essere spesi per molti tipi di interventi "ecologici": cappotto termico, infissi, caldaie a condensazione... ho visto anche l'ipotesi di impianti fotovoltaici.
La cosa interessante è che è prevista la "cessione del credito" in sostanza per chi non lo sapesse, si parla di fare un contratto con l'azienda che fa i lavori, cedendo a loro il credito di imposta, ottenendo in pratica il lavoro gratis (il 10% in più è li per pagare le spese della pratica... ma forse qualche soldo va aggiunto).
Io recentemente ho usato questo sistema per cambiare la caldaia. L'installatore si è preso il credito e io ho pagato il lavoro la metà...
L'inconveniente è che i lavori devono essere fatti da imprese professionalmente organizzate, perché tutto deve essere registrato e a norme, i pagamenti debbono essere fatti tutti con un tipo di bonifico specifico, per avere l'eventuale cessione del credito di imposta ci vuole una azienda che abbia a disposizione un professionista specializzato...
Però insomma, avere il cappotto termico a casa a costo zero... dove si firma?
Se preferite farvi installare un fotovoltaico serio da professionisti senza dover neanche tirar fuori il libretto degli assegni...
Suppongo che a qualcuno interessi...

Paolo

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7942
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: 110%

Messaggio da Ferrobattuto » 31 mag 2020, 9:44

Immagino che interesserà a parecchi. Grazie delle informazioni.
Anche perché mi pare che in giro di pubblicità su questa cosa non ce ne sia un granché.
Vero è che io non sono molto accorto alle notizie sui media........ :D
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 31 mag 2020, 9:58

Io sto mettendo in movimento una geometra che è stata allieva di mia moglie, per capire in pratica cosa si può fare, eventualmente fare pratiche calcoli e quanto serve... a livello prioritario vorrei fare il cappotto a casa mia ed eventualmente a casa di mio figlio... vedremo.
Se ho notizie vi faccio sapere.

Avatar utente
Arex
Amministratore
Messaggi: 7597
Iscritto il: 22 mar 2011, 11:50

Re: 110%

Messaggio da Arex » 31 mag 2020, 10:44

Grazie JP4! Tienici aggiornati...
(Qualsiasi cosa da me pubblicata viene esclusivamente fatta per uso privato,e nella mia proprietà, per studio e/o per hobby)
Le decisioni giuste vengono dall'esperienza. L'esperienza viene dalle decisioni sbagliate. (Higdon)(Arthur Bloch)
E poi ti trovi che un giorno sei tu ad avere l'arma ma non spari, perché colpire chi ti ha ferito non te ne importa più nulla. _Alda Merini_

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 1 giu 2020, 11:17

I miei informatori mi dicono che il sole 24 ore di oggi ha un articolo molto dettagliato sull'argomento...

Paolo

Avatar utente
Alain
Messaggi: 415
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: 110%

Messaggio da Alain » 1 giu 2020, 13:11

Sono molto interessato anch'io, sarebbe l'occasione giusta per effettuare una riqualificazione come si deve.
Ora tutti attendono i decreti attuativi per conoscere le modalità di cessione del credito, in mancanza del quale ben in pochi riusciranno a fruire della detrazione.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 1 giu 2020, 15:23

I meccanismi per la cessione del credito già esistono, io ho cambiato la caldaia usufruendo della cessione del credito, ovviamente poco prima dell'uscita di questo decreto...
Comunque vale anche per me: no cessione, no party...

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 1 giu 2020, 20:22

Per ora mi sono letto un articolo, ho cominciato a capire alcune cose, o almeno credo di averle capite... Poi scoprirò di essermi sbagliato clamorosamente...
Comunque racconto cosa ho capito.
Il decreto è un grossissimo calderone in cui rientrano o si possono far rientrare moltissime cose.
Il punto di partenza è l'isolamento termico dell'edificio. L'intervento nel suo complesso deve far migliorare l'efficienza energetica dell'edificio di due classi. sei in classe G? con gli interventi devi arrivare almeno in classe E. Chi ha fatto il cappotto termico da poco è fregato...
Per fare questo salto di categoria possono contribuire cappotto, isolamento tetto, infissi. La valutazione si fa sul totale.
Se si fa un intervento che soddisfa a questi requisiti, si possono aggiungere molte cose, ad esempio impianti di riscaldamento e/o condizionamento anche evoluti (pompe di calore, solare, energia geotermica oltre ovviamente alle canoniche caldaie a condensazione); ci possono stare dentro impianti fotovoltaici o anche interventi di ristrutturazione antisismica.
Sicuramente mi sono dimenticato moltissimi tipi di interventi, per il dettaglio meglio consultare il decreto ma anche la sua conversione in legge e i decreti attuativi.
Il piu importante è quello dell'agenzia delle entrate che stabilisce i meccanismi e i tempi della cessione del credito (ovviamente li è l'ombelico del mondo) se si seguono le regole attuali le aziende verrebbero pagate a partire da marzo prossimo... se ciò avvenisse, l'intervento delle banche sarebbe presso che obbligatorio e probabilmente bisognerebbe comunque frugarsi in tasca.
A proposito dei costi, verrà o dovrebbe venire fuori una sorta di prezzario che stabilisce quali costi sono considerati congrui, chi sta dentro bene, non ho ancora capito se è possibile integrare di tasca propria oppure no.

Il limite ultimo per fare pratiche lavori e passare alla cassa è il 31 12 2021. E' considerato un po' troppo vicino e c'è chi in sede di conversione proporrà l'estensione al 2022...
Per mia fortuna non ho problemi di condominio e quindi ho trascurato le problematiche relative.
L'intervento di isolamento deve riguardare almeno il 25% della superficie disperdente lorda, non ho capito se dell'edificio o della unità immobiliare...

Banche: la cessione del credito forse può essere fatta attraverso la triangolazione di un ente terzo (banca...) che prende il credito e anticipa i soldi all'azienda in questo caso io sospetto che i costi salgano...

Grandi aziende: sembra prevista la possibilità che intervengano le grandi aziende dell'energia (io ho notizia di un programma di intervento di ENI luce e gas) che si porrebbe come capo commessa che appalta a altre aziende, assumendo in sostanza il ruolo delle banche, con il vantaggio di farsi carico di una fetta importante di burocrazia...
Per ora mi fermo che di cazzate ne ho già dette tante...

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7942
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: 110%

Messaggio da Ferrobattuto » 2 giu 2020, 13:16

Cazzate o meno, ma non credo, mi pare complicato e farraginoso, come al solito, probabilmente pieno di "buchi" da usare come scappatoie o come appigli per i soliti giochetti di lucro. Ma io sono sospettoso per natura e perciò sicuramente mi sbaglio..... Poi quando ci sono di mezzo le banche automaticamente non m'interessa più.
Dopo il terremoto dell'84, che quì fece un sacco di danni, il Governo diede 25 milioni ad abitazione a fondo perduto per le opere di ristrutturazione e antisismicità, le ditte appaltatrici si occuparono di fare le relative domande e ricevevano man mano parte del contributo presentando l'avanzamento dei lavori. Ovviamente se l'intervento prevedeva modifiche importanti (anche legali) o sforava la cifra stanziata, la differenza usciva dalle nostre tasche. Se ne occupoò direttamente lo Stato, senza l'intermediazione di banche o enti finanziari, filò tutto liscio come l'olio e qui in casa nostra di tasca nostra dovemmo aggiungere ben poco, nonostante gli ottimi lavori di rinforzo eseguiti.
Ho l'impressione che oggi si complichino inutilmente tutte le cose.
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 2 giu 2020, 14:14

Ferro siamo onesti, dove lo trovi uno che ti regali 60000 (sessantamila) Euro solo sulla base della tua promessa che farai il bravo?
E' chiaro, solare che ci dovranno essere regole, adempimenti, controlli...
Il punto è che se le cose vanno a posto si potrà avere una ristrutturazione importante e costosa, al prezzo di qualche bestemmia e qualche spicciolo...
A me pare che il gioco valga la candela, se a te non sembra non sei obbligato...


Nota a proposito dei rapporti con i vicini rognosi. Ero convinto che ci fossero regole che ti davano il diritto di passare su terreno altrui per fare questo genere di lavori.
Le cose stanno in modo leggermente diverso: il vicino non ti può impedire di passare sul suo terreno per fare lavori di manutenbzione ordinaria o straordinaria, quindi puoi mettere i ponteggi ecc.
Ovviamente dopo devi ripristinare tutto...
Però per fare il cappotto tu consumi una striscia di terreno del tuo vicino larga 10 cm e lunga quanto la parete a confine... Questo terreno lo puoi avere solo se il vicino è disposto a cedertelo e alle condizioni a cui riuscite ad accordarvi...
Non ho ben chiaro cosa succede se il lavoro lo devi fare solo ai piani più alti, ma non al piano terra (è il mio caso...) I ponteggi li posso mettere, ma per l'area coperta debbo trovare un accordo, o cosa? Cercherò di scoprirlo.
L'alternativa è su quella parete fare un cappotto interno.

Avatar utente
Ferrobattuto
Moderatore
Messaggi: 7942
Iscritto il: 23 mar 2011, 13:56
Località: Basso Lazio.

Re: 110%

Messaggio da Ferrobattuto » 2 giu 2020, 22:32

Non sono sicuro che 25 milioni di lire nell'85 valessero di meno dei 60 mila € di adesso...... A quei tempi prendevo 500 mila lire di stipendio, attualmente chi fa il lavoro che facevo io non prende meno di 1800 - 2000 € al mese.
Di sicuro ci furono meno complicazioni burocratiche.
Fortunatamente al momento non ho bisogno ne di ristrutturazioni ne di adeguamenti, altrimenti presumo che anche per me "il gioco sarebbe valsa la candela"......
Inviato manualmente dal mio vecchio e sgangherato, ma fedele computer

Buone realizzazioni a tutti!
Ferrobattuto

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 3 giu 2020, 10:04

Ho trovato un documento di "ENI gas e luce". Questa azienda aveva già un servizio di installazione cappotto per condomini e case unifamiliari, sfruttando anche la cessione del credito fiscale (c'era già una facilitazione pari al 65% della spesa).
Questo è il link al documento:
https://enigaseluce.com/it_IT/static/im ... ttoMio.pdf

riassumendo:
-possibilità di avere la detrazione del 110% in 5 anni o di convertirla in cessione del credito anche attraverso banche.
-cappotto termico (con obbligo miglioramento di 2 classi energetiche dell'unita immobiliare), importo massimo 60000€; per i condomini 60000x numero appartamenti
-sistemi di riscaldamento a condensazione, in classe A, max 30000€ solo per edifici unifamiliari
-sempre unifamiliari max 30000€ per climatizzazione
-altri interventi di efficientamento energetico (infissi, caldaia e quanto altro) solo se associati a uno dei punti precedenti
-Interventi antisismici, solo per edifici nelle zone sismiche 1,2,3 96000 per unità immobiliare nei condomini 96000x numero appartamenti
-Impianti fotovoltaici, solo se associati ai primi 3 punti o agli interventi antisismici max 48000€ per unità immobiliare con massimo 2400€ x KW di potenza installata + 1000€ x KWh di capacità di accumolo installata
-infrastrutture di ricarica veicoli elettrici, solo associate agli interventi di efficientamento energetico 3000€ una tantum

Paolo

Avatar utente
Alain
Messaggi: 415
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: 110%

Messaggio da Alain » 3 giu 2020, 13:08

Di sicuro chi ha sufficiente capienza fiscale potrà accedervi senza problemi e avrà pure di che sbizzarrirsi.
Chi ne ha poca, se non trova a chi cedere il credito, si attacca.
Comunque vedremo quando usciranno i decreti attuativi.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 3 giu 2020, 18:31

Il papello di ENI accenna a triangolazioni e magheggi vari... In sostanza è prevedibile l'intervento di banche e assicurazioni... Il punto è capire quanto rimane a noi dopo l'intervento di questi signori...
Riguardo al fotovoltaico noto che 2400 € per KW installato e 1000 € per KWh di batterie installate non sembrano malaccio...
Sembrerebbe che un banco serio di LIFePO4 ci entra bene... però a monte ci deve essere un cappotto termico serio

giuseppe.rocco
Messaggi: 120
Iscritto il: 8 lug 2016, 11:04

Re: 110%

Messaggio da giuseppe.rocco » 4 giu 2020, 14:21

Buon giorno ho contattato telefonicamente un tecnico x poter accedere al 110% mi dice che si può e vuole fare un sopralluogo x vedere l'immobile,casa unifamiliare costruita circa 40 anni fa,ho porte e finestre in alluminio senza vetro camera,termosifoni alluminio con caldaia ibrida rotex,impianto fotovoltaico a isola,solare termico x sanitaria,ancora da vedere la classe energetica a p e,x telefono mi a detto x migliorare la classe energetica fa fare cappotto termico, nuovo impianto riscaldamento e raffrescamento a soffitto,nuovo impianto fotovoltaico e dermico,predisposizione x caricare macchina elettrica (- ap che dovrebbe arrivare la seconda settimana d'agosto)l'unica cosa che e incerto e l'accumulo x il solare,lui mi sembra troppo ottimista io non tanto troppo semplice,( già mi vedo tutta la casa in classe a ,le ho portato i dati catastali x la certificazione A P I ,visto che sognare non costa niente proviamo.

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 4 giu 2020, 17:20

Aiuto! vedo troppa carne al fuoco...
Distinguiamo: più o meno tutte le cose elencate sono fattibili, ma sono tutte asservite al miglioramento di due classi della classe energetica, se non hai fatto mai la valutazione della classe energetica dovresti essere calcolato in classe G, quindi devi arrivare in classe E (aggiungo io arrivarci comodo con molto margine, in modo da essere al riparo da eventuali contestazioni) Se superi lo scoglio del salto di classe, ci puoi attaccare il resto, infissi, riscaldamento condizionamento (per ogni voce c'è una spesa massima prevista), fotovoltaico...
Non ho capito se vuoi fare la cessione del credito oppure hai capienza fiscale per prendere direttamente il 110% in 5 rate annuali detratte dalla tua dichiarazione (Attenzione, devi essere sicuro di avere margine nella dichiarazione, perché la detrazione viene fatta solo su quello che paghi, non ti vengono restituiti soldi!).
Nel caso della cessione del credito verso il giorno 18 giugno dovrebbero uscire ulteriori novità riguardo alle regole per avere la cessione.
Per quanto riguarda gli interventi specifici se non sbaglio debbono uscire ancora regolamenti attuativi che stabiliscono cosa è accettabile e cosa no e soprattutto stabiliscono un prezzo congruo...
Quindi la situazione è ancora troppo poco chiara per mettersi a firmare a destra e sinistra... Il rischio di restare con il cerino in mano è grosso.

Il mio consiglio al momento e di trovare un tecnico qualificato ed esperto, di cui hai assoluta fiducia con cui prima di tutto pianificare il cappotto termico con eventuale isolamento del solaio e quanto altro in modo da essere sicuri di passare i limiti sia come efficacia che come congruità di prezzo... quando sei sicuro di poter fare questo (e hai trovato la ditta che fa quello che hai deciso tu al prezzo che ha deciso lo stato) allora puoi cominciare a firmare i contratti di cessione (attenzione la cessione del credito non gli assegni!)

Per quanto riguarda l'accumulo non vedo il problema 1000€ per ogni KWh installato non mi sembra malaccio e il limite del totale del fotovoltaico a 48000€ mi sembra piuttosto capiente... Non capisco dove sia il problema...

Questa almeno e l'opinione di uno che, come te, sta cercando di approfittare dell'occasione per far lavorare un po' di gente...

Paolo

giuseppe.rocco
Messaggi: 120
Iscritto il: 8 lug 2016, 11:04

Re: 110%

Messaggio da giuseppe.rocco » 4 giu 2020, 22:41

Ai ragione tanta carne al fuoco,spero di portarne tanta a tavola!!,non sono tanto pessimista e mi sono affidato a un vecchio amico architetto, poi bisogna avere fiducia, in questa torta si possono mettere tanti ingredienti ed e bene mettere quelli giusti,visto che abbiamo l'occasione cerchiamo di approfittare e come dici tu facciamo lavorare un po' di gente,questo e il spirito del 110% non x regalare soldi a noi che paghiamo sempre,intanto se non e chiara la situazione non si firma niente poi ho un amico con un impresa qualificato e serio sempre e solo cessione del credito niente assegni vediamo nei prossimi giorni che succede...
Giuseppe

Avatar utente
jpquattro
Moderatore
Messaggi: 1268
Iscritto il: 26 gen 2015, 20:50

Re: 110%

Messaggio da jpquattro » 10 giu 2020, 19:36

Mi è arrivata la risposta di una delle ditte interpellate. E' una risposta ancora interlocutoria, dato che ancora mancano dettagli che saranno disponibili nei prossimi giorni.
Comunque lo schema di massima della proposta è: si fa uno studio di fattibilità, se l'esito è positivo e non ci sono ostacoli, la ditta su incarico del committente, fa o appalta ad altre ditte il o i lavori, senza oneri per l'utente.
Se si decide di dare ad altri l'incarico si paga le spese per lo studio, se ci sono ostacoli tecnici o opposizioni e quindi non è possibile fare il lavoro si paga almeno in parte lo studio di fattibilità.
I casi negativi in cui si deve pagare sono solo quelli in cui si deve rinunciare al lavoro; l'importo previsto è modesto, specie se comparato alle spese in progetto.
Nel complesso mi sembra una ipotesi molto valida, che comunque ricalca quella che si apprestano a proporre le grandi aziende nazionali.
Non resta che aspettare...


Paolo

Avatar utente
Alain
Messaggi: 415
Iscritto il: 16 set 2015, 8:47
Località: prov. di MN

Re: 110%

Messaggio da Alain » 10 giu 2020, 21:42

Questa faccenda mi sta destabilizzando :wacko: .
Sono anni che rimando qualsiasi intervento di riqualificazione perchè nella mia abitazione ultraquarantenne è difficile capire da dove partire in quanto necessiterebbe di TUTTO e purtroppo la pecunia è sempre al minimo.

Ora che si presenta questo decreto che sembra l'occasione da non lasciarsi scappare, preso dall'ansia di non sapere a chi rivolgermi, ho finito per interpellare addirittura 4 differenti soggetti (così poi mi toccherà congedarne almeno 3).

Ora pare che chiunque avesse in progetto o addirittura già i lavori avviati per una qualsiasi ristrutturazione sia di fatto fermo, nell'attesa di conoscere i dettagli di questo ecobonus con la speranza di potervi accedere; quando la cosa verrà definita sarà una corsa folle per accapararsi i fondi stanziati e inevitabilmente molti rimarranno a bocca asciutta :cry: .

giuseppe.rocco
Messaggi: 120
Iscritto il: 8 lug 2016, 11:04

Re: 110%

Messaggio da giuseppe.rocco » 10 giu 2020, 22:03

Si deve ancora aspettare,il tecnico e venuto a pare il sopralluogo x vedere dal vivo la situazione e mi a confermato quando detto x telefono,lui la vede fattibile dice che si prevede la definizione della legge entro il 18 mc speriamo che non ci siano grandi modifiche ancora non si sbilancia x quello che si può fare anche se in linea di massima e ottimista.
x ora aspettiamo e speriamo bene..

Giuseppe

Rispondi

Torna a “Murature”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite